Allo Juchhof di Zurigo il Rapperswil ha rosicchiato altri due punti al Kriens e nella giornata che ha visto la capolista non andare oltre lo 0-0 con lo Stade Nyonnais anche i giochi per l’ascesa in Challenge League si sono riaperti. Vi è solo una partita giocata in meno (quella che il Kriens recupererà mercoledì al Paul Gruninger Stadion) a separare la squadra di Jurendic da quella di Flühmann quando alla fine del torneo mancheranno poi solo tre turni. A segno con Ruan Silva (19esimo goal stagionale) e Salanovic, il Rapperswil ha poi subito il goal dello Young Fellows di Colocci, infine utile solo per le statistiche. In coda, complici le contemporanee sconfitte di Tuggen, Old Boys e United, si è mosso solo il Bavois che ha fermato il Basilea di Massimo Ceccaroni con una rete provvidenziale di Yanis Lahiouel (1-1).

Resta complicatissima la posizione di Tuggen (battuto 3-1 a Sion) e Old Boys (3-0 a Koeniz) mentre per quanto difficile dopo la sconfitta nel derby con la 21 dello Zurigo, quella dello United è al momento migliore. Da segnalare che tutte le reti del Sion con il Tuggen sono state messe a segno da Frederico Antonio Da Costa. Ancora in goal per la squadra di Bruno Bernen il bomber Jusuf Shala (giunto a quota 8) che già mercoledì aveva messo a segno il goal per la sua squadra a tre minuti dal 90esimo. Sono finite in parità Breitenrain – La Chaux de Fonds (2-2) e Cham – Bruhel (2-2).

Sabato prossimo il campionato si infiammerà sia in alto che in basso con confronti diretti e partite che nasceranno all’insegna del grande equilibrio.

Seguici e metti mi piace qui:
LinkedIn
Whatsapp
RSS
Seguici via Email
YouTube