Il fine settimana del gruppo 4 ha consolidato la supremazia del Goldau che ha fatto un sol boccone anche del Brunnen laureandosi campione d’autunno con una giornata di anticipo. Una doppietta di Michael Keller ha permesso ai giallorossi di chiudere in fretta la pratica: l’attaccante numero 11 è salito in doppia cifra con 10 reti. In coda, successo importante dell’Ascona che vincendo ad Altdorf ha riaperto il proprio campionato. Di seguito una carrellata sintetica dei fatti salienti della 12esima giornata.

ASCONA

La seconda vittoria stagionale ha rimesso in carreggiata la squadra di Maurizio Ganz. Nessuno era sin qui riuscito ad espugnare la Gemeindesportplatz di Altdorf, ma Buono e compagni lo hanno fatto con una condotta di gara da squadra di prima fascia. Ancora a segno Carlos Alejandro Reyna che ha battezzato i padroni di casa sul finire di entrambi i tempi: l’attaccante argentino classe ’94 – arrivato da Malta durante l’estate – ha messo fine alla serie interna positiva della neo promossa compagine del canton Uri che nelle prime sei partite di fronte al proprio pubblico aveva conquistato 12 dei suoi complessivi 13 punti.  La classifica dell’Ascona potrà notevolmente migliorare dopo l’ultima giornata: la squadra di Ganz giocherà infatti all’Arena Hochdorf contro l’unica squadra che la segue in classifica.

TAVERNE SHOW

In meno di un quarto d’ora la squadra di Milicevic ha annientato il Sarnen sfoderando poi un primo tempo da incorniciare con cinque reti in 40 minuti. Il potenziale offensivo dei gialloneri è esploso in un pomeriggio nel quale ci si giocava di fatto non solo un confronto diretto da sei punti ma anche la possibilità di non perdere terreno ulteriore dal Goldau, già vincitore il giorno precedente. Doppiette per Mele, Santillo e una rete anche per Moreno Elia, salito a quota 8 in stagione proprio insieme a Daniel Mele che non aveva segnato nelle ultime due partite. I gialloneri chiuderanno la prima parte della stagione ancora al Comunale contro la 21 del Lugano domenica prossima alle 15.00.

SUPER TICINO

Giornata da 11 punti e cinque risultati utili per le squadre della regione che mantengono intatte le ambizioni di inizio stagione. Alle spalle della capolista ci sono sei squadre raccolte in due punti e tra queste anche Taverne, Locarno e Novazzano. Lugano U21 ed Ascona restano ancora sotto la linea ma i segnali di ripresa sono più che confortanti. L’ultimo turno della prima fase sarà condizionato dai due importanti derby: Taverne-Lugano e Novazzano-Locarno richiameranno l’attenzione generale degli appassionati; peccato per la concomitanza di orario dei due incontri.

EDMOND N’ TIAMOAH

A quasi 37 anni, il ghanese di nazionalità francese dell’Ibach non sembra aver perso il fiuto del goal. Con quello messo a segno sabato al Lido fanno 8 in stagione. Carriera molto travagliata per questo attaccante che ha vestito anche le maglie di Basilea, Lucerna, Servette e che dal 2014 ha trovato “pace” in casa del club del lucernese. Sembrava strano che l’Ibach potesse puntare ancora su di lui, ma la sensazione è quella che il club non abbia sbagliato.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS