PallaNel Gruppo 4 la sorpresa Hochdorf ha chiuso la prima parte di campionato con un vantaggio sensibile di 5 punti sul Kickers Lucerna e ben 7 sullo Zofingen che da grande favorita della vigilia si è gradualmente mostrata vulnerabile oltre ogni più pessimistica aspettativa. La capolista, guidata dal carismatico allenatore giocatore Remo Meyer, ha invece convinto con il passare delle giornate anche se nelle ultime partite ha manifestato notevole flessione. Del calo dell’Hochdorf non ne ha saputo approfittare lo Zofingen mentre con maggior serietà si è infine guadagnato il secondo posto il Kickers. Sotto la linea della prime tre si sono sistemate Goldau e Taverne. Squadre partite maluccio, quelle di Marini e Borsieri hanno poi ingranato nella parte finale della prima fase: i primi trascinati dal bomber Zeno Huser – reduce dall’esperienza oltre portata di Tuggen – e i secondi da un insieme che con il passare del tempo si è rivelato squadra. Appaiate a quota 19, Goldau e Taverne aprono un gruppone di nove squadre incluse in soli 6 punti. Ibach (18), Ascona, Lugano U21, Hergiswil (17), Perlen, Brunnen e Vedeggio (16) sono legate da un comune denominatore altalenante ma tutte in possesso di buoni motivi per guardare con fiducia alla seconda fase. Fra le ticinesi ha fatto meglio di tutte il Taverne, ma Ascona, Lugano U21 e Vedeggio sono molto vicine. Anche l’Ascona ha chiuso bene il 2016 dopo un inizio di campionato molto difficile e culminato con il cambio di panchina e l’arrivo di Agostino. La U21 ha alternato ottime prestazioni ad altre deludenti mentre il Vedeggio – come riportato nell’approfondimento di venerdì scorso – è stato condizionato da parecchi errori individuali e molti infortuni che hanno costretto Peschera ad inventarsi ogni giorno una formazione diversa. In coda la situazione del Castello è difficile ma non irrimediabile: la squadra di Baggiolini ha conquistato 11 punti che rappresentano un buon fatturato rispetto a quello di tutte le altre ultime dei 5 gironi. Nonostante una classifica bugiarda per 2/3 di campionato, l’Eschenbach ha infine chiuso la prima parte sotto la linea a conferma di essere probabilmente la peggior squadra vista all’opera nel 2016. In vetta alla classifica marcatori del girone si è piazzato Alessandro Elia del Vedeggio con 11 centri davanti a Daniel Mele del Taverne (9). L’Hergiswil con 66 punti di penalità si è rivelata la squadra più sanzionata del torneo.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS