I gialloneri di Mancini sembrano aver ingranato la marcia giusta in campionato e hanno colto la terza vittoria consecutiva in campionato ai danni dei GC Carassesi.

Ma andiamo con ordine: sabato 30 settembre 2017 ore 19.30. Al San Fedele di Verscio si affrontano i locali e i Carassesi di mister Manfreda reduci invece da tre sconfitte consecutive in campionato e vogliosi di interrompere il trend negativo.

Partono bene gli ospiti che fanno girare ottimamente il pallone nonostante il manto erboso sia tutt’altro che in buone condizioni. Il possesso di palla però è un po’ sterile e non trova pertugi nell’organizzata difesa di casa, e così alla prima occasione buona il Verscio passa in vantaggio con Haugaard che ben servito sulla sinistra si accentra saltando due avversari e concludendo con un potente destro sotto la traversa.

Il gol subito spegne un po’ la verve dei Carassesi che fanno più fatica a fraseggiare e si limitano a cercare i due attaccanti Benincasa e Recce con dei lanci in profondità che però spesso e volentieri finiscono tra le braccia di Manev. Ne approfittano dunque i padroni di casa che non fanno del bel gioco la loro arma migliore ma sono abili a trovare gli esterni in profondità ed a sviluppare poi il gioco conseguente. Su una di queste situazioni infatti l’attaccante Poncini coglie una clamorosa traversa pochi minuti dopo il vantaggio ottenuto in precedenza.

Dopo una ventina di minuti in cui il gioco si svolge prevalentemente nella parte centrale di campo con continui cambiamenti di possesso palla, il Verscio prende il largo grazie a due recuperi palla in zona nevralgica. Il gol del 2-0 lo sigla Minini al 34′ minuto con un potente diagonale sinistro dopo un millimetrico passaggio di Beutler abilissimo a portare via la palla all’avversario; mentre il 3-0 arriva al 37′ minuto ancora con Haugaard che dopo aver ricevuto palla da un compagno sulla destra dribbla nuovamente due avversari e con una freddezza tipicamente nordica infila l’incolpevole Maric per la terza volta.

I Carassesi hanno il merito di non abbattersi e riescono ad accorciare le distanze al 43′ minuto grazie a Benincasa bravissimo a sfruttare una verticalizzazione immediata dopo un recupero palla sulla trequarti. 3-1 il risultato alla pausa e già si prospetta un bel secondo tempo.

Nella pausa mister Manfreda inserisce forze fresche e cambia l’assetto dei suoi. Soprattutto entra in campo Michele Tundo sulla fascia destra al posto di Alan Ostuni spostato a fare il terzino. I Carassesi hanno in mano il pallino del gioco e cercano con insistenza il neo-entrato numero 10 che ha qualità da vendere ma viene trovato poco dai compagni. Fino al minuto 61, quando proprio Tundo viene lasciato libero in area di rigore in occasione di un calcio piazzato dalla trequarti e con un bel colpo di testa supera l’estremo difensore di casa e accorcia ulteriormente le distanze.

Gli ospiti adesso ci credono e schiacciano il Verscio alla ricerca del gol del pareggio. La trama è sempre la stessa, possesso palla a centrocampo e lancio a cercare Tundo sulla destra che però è sfortunato ad avere quale diretto avversario Caruso – autore di una partita sontuosa – che non lo lascia passare nemmeno una volta. Anche il cambio di corsia per il veloce numero 10 non porta i frutti sperati e i Carassesi sulle fasce non passano. Lo fanno una volta centralmente ma l’attaccante si fa trovare in sospetta posizione di fuorigioco e l’arbitro ferma il gioco.

All’ultimo minuto di recupero il Verscio chiude definitivamente la contesa con un classico contropiede orchestrato da chi meno ce lo si aspetta. Eric Baumeler, professione difensore centrale, recupera un pallone appena perso dal fratello David, e dalla sua metacampo si invola con un “coast-to-coast” in stile George Weah superando tre o quattro avversari che provano a buttarlo giù anche con le cattive; ma lui non ci sta e raggiunta l’area di rigore mantiene la lucidità necessaria per servire al centro l’accorrente Poncini che calcia con potenza sotto l’asta mettendo la parola fine all’incontro.

L’incontro termina poco dopo con il risultato di 4-2 per i padroni di casa che ancora una volta hanno fatto del cinismo la loro arma vincente. I Carassesi comunque non demeritano assolutamente e non appena i ragazzi mister Manfreda riusciranno a concretizzare il bel gioco si toglieranno sicuramente delle belle soddisfazioni.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS