Bella cornice di pubblico a Malvaglia per seguire la sfida tra il Blenio Calcio di mister Burla e il Verscio di mister Mancini.

Sulla carta i padroni di casa partono favoriti in virtù dei 12 punti conquistati in campionato frutto di 4 vittorie ed una sola sconfitta, ma il Verscio è reduce dalla roboante vittoria contro il Monte Carasso nell’ultimo turno di campionato e ha bisogno di punti per allontanarsi dal fondo della classifica.

Il sole brilla alto e la temperatura è abbastanza alta per una partita di calcio, ma questo non sembra influire minimamente sui ritmi iniziali della partita e soprattutto per il Verscio che nell’arco di 10 minuti si porta inaspettatamente sul 2-0 grazie ad una doppietta – la seconda consecutiva – di Poncini.
Il primo gol, dopo soli 3 minuti, arriva grazie ad un calcio di rigore conquistato e trasformato dal centravanti giallonero, mentre il secondo è frutto di un pallone riconquistato a metacampo e giocato subito in profondità ad un imprendibile Minini sulla fascia sinistra che poi mette un bellissimo cross al centro dell’area che Poncini di prima infila nell’angolino alla destra del portiere.

Il Blenio accusa il colpo e fa fatica a ricompattarsi e riesce a rendersi pericoloso solo a sprazzi approfittando di qualche pasticcio difensivo di troppo degli ospiti.

Ospiti che però si portano sul 3-0 già attorno al 25′ minuto grazie ad Haugaard , che ottimamente imbeccato in profondità dopo l’ennesimo pallone riconquistato a centrocampo, infila l’incolpevole Gianella alla sua sinistra con un beffardo palo-gol.

Il Blenio però non ci sta e mister Burla mette ordine tra le fila dei suoi mettendo Spataro a al centro del campo a dettare i ritmi e a tentare di arginare la coppia Grassi – Beutler che nei primi 30 minuti ha fatto il bello e il cattivo tempo. Sicuramente da segnalare uno strepitoso tiro di Bakovic’ dal limite dell’area che con il sinistro in acrobazia coglie l’incrocio dei pali della porta difesa da Manev.

Il secondo tempo si apre sulla falsariga del primo ed è il Verscio ad avere la prima occasione con il neoentrato David Baumeler che dopo uno scambio con Poncini si invola verso la porta ma con il sinistro calcia a lato.
Ma i padroni di casa non vogliono saperne di capitolare così facilmente e costringono il Verscio nella sua metacampo ed a giocare di contropiede. Proprio su una di queste ripartenze Fabio Brunner, ammonito pochi minuti prima per un duro intervento, commette un fallo che ai più non è sembrato fallo, e viene ammonito per la seconda volta dall’arbitro. Ospiti quindi in 10 a mezz’ora dalla fine della partita.

Il Blenio dunque ci crede e 5 minuti dopo l’espulsione di Brunner accorcia le distanze con Gonnelli in seguito ad una mischia in area. Il copione da qui in poi è scritto: padroni avanti a testa bassa e ospiti che difendono il fortino.
I due allenatori iniziano la girandola dei cambi con Mancini che inserisce forze fresche per tenere alta la lucidità e Burla che sposta in avanti il baricentro della sua squadra forte del vantaggio numerico in campo.

È anche inevitabile che gli animi in campo si scaldano e l’arbitro forse lesina un po’ troppo nell’estrarre i cartellini. Alcune scintille a centrocampo tra Matteo Jemini e Grassi obbligano tuttavia il direttore di gare ad ammonire entrambi e questo permette agli ospiti di rifiatare un attimo tra un assalto e l’altro dei padroni di casa. Poco dopo anche Senjic si fa ammonire per un duro intervento al limite dell’area dal quale però non scaturisce nulla di pericoloso.

Prima del gol del 2-3 di Spataro su rigore concesso dall’arbitro per un intervento in scivolata di Caruso, il Blenio coglie un’asta sugli sviluppi di uno degli innumerevoli palloni buttati nell’area giallonera.

L’ultimo rischio lo corrono però i padroni di casa che rischiano di prendere il 4° gol in contropiede; Krstic ben lanciato per vie centrali da David Baumeler calcia però addosso al portiere che tiene vive le speranze del Blenio.

Purtroppo per i padroni di casa il tanto agognato pareggio non si concretizza e consegna al Verscio, che in 11 contro 11 non ha mai corso veri rischi, 3 punti fondamentali per la classifica.
Blenio Calcio che invece ha sbagliato decisamente l’approccio alla partita, ma ha avuto almeno il merito di crederci fino alla fine consegnando “de facto” al suo mister i punti su cui lavorare.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS