Il 3 settembre 2017 è stata una giornata speciale per Agno e tutta la sua popolazione. Dopo ben 14 anni, infatti, da quel glorioso 1. giugno 2003 che vide l’allora squadra di Vladimir Petkovic raggiungere la promozione in Challenge League, il rinato FC Agno è tornato a far risplendere il Campo Chiodenda. Per la prima di campionato di 5 lega gruppo 2, a scendere in campo contro la squadra malcantonese è toccato all’AS Gorduno.
Fischio di inizio ed è subito il FC Agno a rendersi pericoloso con due occasioni di poco mancate da Berisha e Rodrigues. Le reti restano inviolate sino alla mezz’ora di gioco quando Bottani viene grossolanamente atterrato in area. A sbloccare il risultato ci pensa Rodrigues che dagli 11 metri insacca con freddezza. I primi 45 minuti si chiudono sul 1-0 in favore dei padroni di casa. Nel secondo tempo i biancorossi scendono in campo con maggiore tenacia e nel giro di 5 minuti si portano sul 2-0 e 3-0 con un Faradin Berisha in forma smagliante! Risultato al sicuro e il FC Agno opera le prime sostituzioni, fuori Rodrigues e Zuccaro e dentro Larrosa e Misanovic. Forze fresche che ripagano in modo egregio le scelte di Mister Peverelli. Larrosa, uomo assist, è abile a imbeccare dapprima Rodrigues e poi Berisha per il 4-0 e 5-0, mentre poco più tardi Misanovic, molto freddo sotto porta, porta i malcantonesi addirittura sul 6-0. La partita si gioca ormai a senso unico ma Cantarella e compagni sembrano non accontentarsi e così, a 5 minuti dallo scadere, Faradin Berisha sigla il 7-0 (ed il suo poker personale) con un pallonetto da cineteca. A chiudere la partita è ancora una volta Misanovic, che nei minuti di recupero fissa il risultato finale sull’8-0 in favore del FC Agno.
Buona la prima pertanto per il rinato FC Agno, che dopo l’8-1 rifilato all’Arosio nella gara di coppa, conferma il buon inizio di stagione.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS