” Per me la cosa più importante della partita di oggi è quella che abbiamo fatto di tutto per vincerla. Abbiamo fatto in situazione tutto quello che abbiamo provato e sul quale abbiamo lavorato in tutto questo tempo. Con questa intensità e con la voglia di far bene per essere protagonisti; con il desiderio di responsabilità e il peso del voler essere noi a fare la partita non ci si può rimproverare nulla”. 

Guillermo Abascal (Foto CHalcio) è cosciente della buona prestazione della sua squadra, non si esalta e non si demoralizza per l’occasione persa. La sconfitta per opera del blasonato Xamax è un punto di partenza per cercare di correggere le situazioni che hanno portato agli episodi decisivi.

” Penso che questo risultato non sia giusto. A livello di arrivare davanti alla porta avversaria siamo stati più bravi noi: purtroppo non siamo stati capaci di fare goal. Per vincere bisogna fare goal. Il regolamento del calcio dice che all’inizio della partita hai un punto. Noi questo punto alla fine della partita lo abbiamo perso e quindi non si può essere contenti di questo risultato. Meritavamo prima dell’intervallo di fare quel goal che poi nel secondo tempo ci avrebbe permesso un atteggiamento diverso e vincente”. 

Prima e dopo la partita di Ginevra ti eri detto insoddisfatto dell’intensità mostrata dalla tua squadra. Oggi dovresti essere più contento di questo aspetto.

” Abbiamo lavorato. Per me si gioca come ci si è allenati. Abbiamo fatto 40 allenamenti e i risultati si vedono. Possiamo parlare quattro o cinque ore sul concetto di “intensità”. Rispetto alla partita con il Servette siamo stati migliori a livello di intensità difensiva: questo lo abbiamo fatto meglio di una settimana fa. Quella che io chiamo “presenza intensiva” che si può anche chiamare “intensità” è un concetto diverso. Non possiamo parlare di uno se non parliamo dell’altro. Quindi, grazie alla nostra “intensità” difensiva siamo poi riusciti ad attaccare meglio”.

La squadra sembra molto reattiva e l’impressione ricevuta questa sera è confortante. Anche alla luce dell’aver affrontato due delle squadre più considerate per una eventuale ascesa in Super League.

” Sono sincero. Per me e per la società c’è un solo obiettivo: fare i tre punti. Non ci interessa che tipo di ambizioni o che valore abbia chi ci troviamo di fronte. lavoriamo e prepariamo la partita soltanto per vincerla”.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS