BCL: Sciaffusa – Xamax, la cronaca

Pier Luigi Giganti
Di Pier Luigi Giganti maggio 19, 2017 12:30



Ecco la cronaca dell’incontro svoltosi ieri sera tra Sciaffusa e Xamax, come riportata dall’ufficio stampa dei padroni di casa. Vi riportiamo qui di seguito la nostra traduzione e il tabellino dettagliato dell’incontro che ha consegnato la Super League allo Zurigo.

Serata di celebrazioni a Sciaffusa. La squadra locale vince la sua settima partita di fila (per 2-1 contro il Neuchatel) ed è la migliore squadra di Challenge League nell’anno solare in corso. L’allenatore dello Zurigo Uli Forte e il suo secondo Sandro Chieffo, ospiti del LIPO-Park, festeggiano la contemporanea promozione dello Zurigo.

Ieri sera probabilmente tutti i supporter della squadra zurighese avranno tifato per una sera Sciaffusa, in quanto la vittoria dei gialloneri avrebbe assicurato la Super League ai tigurini. E a Murat Yakin, che è un grande amico di Forte, non sarebbe dispiaciuto fare un favore al suo “compagno”. La partita non ha inizialmente reso onore al suo prestigio: probabilmente a causa degli impegni ravvicinati di questa settimana le due formazioni apparivano infatti piuttosto stanche.

Uno dei motivi d’interesse dell’incontro era il ritorno tra i pali dei padroni di casa di Franck Grasseler, assente dal 23 ottobre a causa di un infortunio alla spalla. L’estremo difensore alsaziano è stato subito chiamato in causa (6’) da un tentativo di Veloso. Il portiere giallonero non è poi stato inoperoso e con due eccellenti interventi ha sventato le minacce portate da Nuzzolo (13’) e da Karlen (21’). Nonostante l’inizio promettente, lo Sciaffusa non sembrava però in grado di replicare la prestazione offerta quattro giorni prima sul terreno del Chiasso. In considerazione dell’arrivo tardivo degli ospiti al LIPO-Park ci si sarebbe atteso di trovarli, almeno inizialmente, legnosi. E infatti già al primo minuto Lang ha servito un ottimo pallone a Tranquilli che non ha però saputo sfruttare l’opportunità. Sul susseguente calcio d’angolo, il centro di Taipi, imbeccato da Lang, ha trovato l’incornata di Rhyner che si è spenta di poco a lato.

Quando le due squadre non attendevano altro che l’indicazione del signor David Schärli per andare alla pausa è arrivato il punto dei padroni di casa. Lekaj è scattato sulla corsia esterna, ha ceduto a Tranquilli il quale ha smarcato Paulinho che ha trovato la rete con un’eccellente conclusione. Gli sciaffusani, galvanizzati dal vantaggio, hanno poi iniziato la ripresa con il piede giusto. Tranquilli ha colpito la traversa e Demhashaj, in fuorigioco, ha comunque battuto il portiere avversario Walthert facendosi ammonire dal direttore di gara.

Karlen ha poi avuto un’ottima chance per cogliere il pareggio, ma la parata di Grasseler con un piede ha permesso ai padroni di casa di mantenere il vantaggio e di ripartire con un pericoloso contropiede. L’uno-due tra Lang e Tranquilli ha permesso al 23enne di mettere alla prova i prodigiosi riflessi di Walthert. Al 65’ il neo-entrato Ramizi aveva trovato la via della rete, ma l’arbitro ha annullato per off-side non estraendo in questa occasione il cartellino giallo per punire il neocastellano. Due minuti più tardi erano gli uomini di Yakin a passare nuovamente. Del Toro, smarcato da un assist di Lang, metteva a segno il punto del 2-0 con il suo secondo centro in campionato.

Forte continuava a seguire il confronto con un largo sorriso in volto, ma non era ancora detta l’ultima parola. Karlen metteva infatti paura allo Sciaffusa colpendo il montante da un angolo molto stretto. A sessanta secondi dal termine del tempo regolamentare, Senger, appena entrato, trovava lo spiraglio giusto per battere Grasseler. Nel tentativo di recuperare il pallone dal fondo della rete si sviluppava però un parapiglia che coinvolgeva l’argentino, il portiere dei padroni di casa e Lekaj, tutti e tre ammoniti.

Di lì a poco arrivava però il triplice fischio finale per la felicità di Forte e dell’undici del presidente Fontana, migliore squadra del girone di ritorno.

La Bierkurve ha invitato i supporter sciaffusani a presentarsi per l’ultimo incontro casalingo – contro i neopromossi dello Zurigo – vestiti di giallonero in maniera da organizzare una coreografia per celebrare l’eccellente girone di ritorno della squadra. Prima dell’impegno contro i biancoblu, spazio però al derby di domenica prossima alla Schützenwiese contro il Winterthur.

Tabellino

FC Schaffhausen – Neuchâtel Xamax FCS 2:1 (1:0)
LIPO Park – 1366 Spettatori – Arbitro: David Schärli
Tore: 45.+1 Paulinho 1:0, 67. Del Toro 2:0, 89. Senger 2:1.
Schaffhausen: Grasseler; Lekaj, Neitzke, Demiri, Rhyner; Paulinho (84. Mikari), Zock, Taipi, Tranquilli (60. Del Toro); S. Demhasaj (66. Bunjaku), Lang.
Xamax FCS: Walthert; Gomes, Sejmenovic, Djuric, Gonçalves; Veloso, Di Nardo, Doudin, Texeira (62. Ramizi); Nuzzolo (79. Duah), Karlen (79. Senger).
Note: Schaffhausen senza Mevlja (squalificato), Kovacic, Baumgartner, Fioravanti, Zuli, Facchinetti, Wellhäuser, A. Demhasaj und Zornjak (tutti non convocati). Xamax FCS senza Farine, Corbaz, Qela, A. Sallaj (tutti infortunati), Jacot, Leoni, Alic und Mulaj (tutti non convocati). – 50. Gol di S. Demhasaj annullato per fuorigioco. 65. Gol di Ramizi annullato per fuorigioco. 72. Palo di Karlen.
Verwarnungen: 50. Demhasaj (per aver continuato a giocare dopo il fischio dell’arbitro), 58. Sejmenovic (fallo), 90. Senger, 90. Grasseler, 90. Lekaj (comportamento antisportivo).

Vuoi commentare questo articolo?

Registrati qui!

Scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Non ci sono commenti ancora, ma poui essere primo a commentare questo articolo.

Scrivi un commento

Solo iscritti gli utenti possono commentare.

Entra/esci

Login

Condividi con i social

Previsioni meteo

Dirette e news da twitter

Archivio