Dopo una lunga serie di infortuni, l’ex portoghese del Lugano sta ritrovando minuti e fiducia

Per quanto assurdo considerarlo assist (questione sulla quale ci siamo evidentemente arresi nella nostra valutazione) il 33enne Carlo Da Silva – indimenticato protagonista con la maglia bianconera dal 2008 al 2013 – è finito a referto in occasione dell’anticipo di ieri sera tra Rapperswil e Vaduz.

Entrato al 71esimo al posto di Valon Fazliu, Da Silva ha costruito con il compagno Egzon Shabani un classico calcio d’angolo da allievi F sugli sviluppi del quale il 26enne macedone ha messo a segno uno splendido quarto goal stagionale. A margine della considerazione sulla “qualità” del cosiddetto “assist”, fa piacere ritrovare Da Silva in campo con tutta la fiducia concessa da Urs Meier (5 presenze 84 minuti) e soprattutto con la ritrovata necessaria autostima per continuare a scendere in campo con grande convinzione. Da Silva aveva ottenuto soltanto 2 apparizioni nel corso della scorsa stagione a causa di un grave infortunio. Il primo assist della stagione 2017/2018 è un premio alla coerenza e professionalità di questo centrocampista che ha lasciato un ottimo ricordo in ciascuna società per la quale ha militato.

La divertente partita tra Rapperswil e Vaduz si è cpnclusa con la vittoria dei padroni di casa per 2-0: la prima rete è stata messa a segno da Fazliu che ha usufruito di un reale splendido assist del solito Chagas.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS