Domani pomeriggio, nell’ambito dei sedicesimi di finale dell’Helvetia Coppa Svizzera, il Lugano sarà ospite del Köniz

Appena tre giorni dopo l’amaro esordio in Europa League, è ora di rituffarsi nella realtà nazionale. Quello dello “Sportplatz Liebefeld Hessgut” sarà a tutti gli effetti un derby tra bianconeri. Entrambe le formazioni, infatti, utilizzano principalmente questi due colori per disputare le loro partite.

I ticinesi arrivano alla sfida in terra bernese rinfrancati non tanto dal risultato ottenuto giovedì in Israele, bensì dalla prestazione collettiva messa in campo nel corso del secondo tempo, periodo in cui sono stati i dominatori della partita. Questo dovrà essere il punto di partenza. Affrontare immediatamente il Köniz dopo l’Hapoel Beer Sheva non è affatto semplice. Vuoi perché le energie profuse nella Coppa continentale sono state parecchie, vuoi perché si passa dai trentacinque ai circa quindici gradi centigradi, vuoi perché si giocherà in uno stadio la cui capienza è cinque volte inferiore. Se l’ambiente a Beer Sheva era incandescente per vari motivi, quello che attende i luganesi domani sarà altrettanto infuocato. La Coppa nazionale è affascinante proprio per questo motivo: le squadre di categoria inferiore, non avendo nulla da perdere, si dannano l’anima contro formazioni professionistiche. L’errore che il Lugano non dovrà commettere (ma siamo sicuri che non lo farà) sarà sottovalutare l’avversario. E, visto che la Coppa è da sempre un evento particolare, mettere subito pressione sarà l’obiettivo dei ragazzi di mister Pierluigi Tami. Per quel che concerne l’undici titolare, è molto probabile qualche cambio in ogni reparto, anche per far rifiatare chi ha giocato praticamente sempre. Così, ipotizziamo l’innesto dal primo minuto di Cristian Ledesma – tenuto a riposo due giorni or sono – al posto di Mario Piccinocchi. Probabile anche una staffetta in attacco tra Junior e Younes Bnou Marzouk, senza dimenticare il quarto attaccante presente nella rosa: Carlo Manicone.

Il Köniz, che milita in Promotion League, arriva all’appuntamento dopo aver subito una vera e propria scoppola (7-0) sabato scorso in casa dello Stade Nyonnais. In sette giornate, i bernesi hanno raccolto la miseria di sei punti (penultimo posto in classifica), frutto di due sole vittorie (3-1 a inizio agosto in casa dello Zurigo Under 21 e 2-0 casalingo contro il Cham). Per il resto, oltre al successo per 4-0 contro il Bellach nel primo turno di Coppa, sono arrivate solamente sconfitte: Yverdon (2-3), Bavois (0-2), Brühl (1-2), Kriens (1-3) e il già citato 7-0 contro il Nyon. Si sa, però, che, nonostante arrivino da kappaò pesanti, squadre come il Köniz, e più in generale quelle di categoria inferiore, vedono la Coppa Svizzera come un’opportunità di mostrarsi al grande pubblico. E così sarà sicuramente anche per i bianconeri bernesi.

Ricordiamo infine che la partita verrà trasmessa in diretta streaming collegandosi al sito www.cupplay.ch, così come sul sito web della RSI.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS