L’improvvisa decisione di lasciare il Mendrisio, porterà dunque Roberto Gatti a fare rientro in Italia, dove il tecnico torinese può godere di alcune interessanti proposte. All’improvviso si è aperta la possibilità di sedersi sulla panchina del Comunale, cosa questa che ci autorizza ad ipotizzare il futuro della compagine momò che proprio questa sera ha tenuto la propria Assemblea Generale. Andando per gradi, le ipotesi più probabili potrebbero essere due: Francesco Ardemagni o Luigi Tirapelle che da qualche giorno sono stati accostati ad un cambio di ruolo sulla panchina del neo promosso Novazzano.

Entrambe le figure farebbero al caso di una società che aveva già pianificato buona parte delle proprie idee con Roberto Gatti e nell’ottica di potenziare una rosa che probabilmente non sarà sfoltita. Ecco quindi che il ritorno del predecessore di Gatti potrebbe garantire una certa continuità che se non sarà quella del modulo potrebbe esserlo in quanto a conoscenza del campionato e delle caratteristiche dei giocatori. In questo senso, il fatto che Arde abbia seguito quasi tutte le partite interne della squadra è un elemento di grande importanza.

Tanto quanto la competenza in materia di Luigi Tirapelle che già accostato da tempo al Novazzano potrebbe trovare sostenitori anche a Mendrisio. Escludendo piste italiane e dando per certo il prolungamento di Livio Bordoli a Losone, poche altre strade potrebbero sembrare percorribili considerando inoltre che Mattia Croci-Torti non possiede ancora il diploma per allenare in 1^ Lega. Di cosa avrebbe fatto Ardemagni nel dopo Novazzano non se ne era mai letto e questa è l’occasione migliore per rilanciare una candidatura che a Mendrisio farebbe piacere a (quasi) tutti.

In coda – prima che i click diventino troppi e noi si debba andare in banca a depositare troppi franchi – qualche indiscrezione anche da Lugano dove avrebbero preso quota per il dopo Tramezzani le piste svizzere. Pierluigi Tami e Fabio Celestini i papabili dell’ultima ora con il primo a godere delle principali probabilità.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS