BRENTONICO (TN) – Qualche buona conferma, ma anche molto su cui lavorare. Questo quanto emerso dall’amichevole giocata oggi dai bianconeri contro il Chievo. Si è rivisto all’opera Piccinocchi e anche a Culina è stata offerta l’opportunità di dare continuità al minutaggio ottenuto contro il Milan. L’attaccante bianconero non ha inciso ma si è fatto notare per corsa ed impegno.

In un Lugano complessivamente senza sostanza e personalità, ne ha ovviamente risentito anche Guidotti che nel complesso non è dispiaciuto pagando tuttavia la fisicità del Chievo e la sua giovane età.

Qualche spunto isolato ha permesso al pubblico di annotare la buona tecnica di Marzouk. Nel complesso il migliore del Lugano è stato Sabbatini che oltre a rendersi pericoloso nel primo tempo ha saputo tenere unita la squadra con grande esperienza.