Il giovane centrocampista classe ’97 del FC Mendrisio – Mattia Ditommaso – giocherà la prossima stagione per il college di North Carolina. In prestito nel corso della stagione al FC Rancate, Ditommaso (Foto CHalcio), avviato tra l’altro alla carriera di allenatore/formatore da Marco Naboni del FCM, ha ottenuto una borsa di studio triennale per meriti calcistici che tra meno di un mese gli consentirà di iniziare una nuova avventura. Come altri ha partecipato anche al corso di CHalcio.com e Traguardo Tecnica conclusosi qualche settimana fa.

Il breve comunicato potrebbe terminare qui.

Little Richard disse una volta che per ottenere ciò che si desidera bisogna mettere in conto di perdere quello che si ha.

Ditommaso ha iniziato a muovere i suoi primi passi nell’Azzate-Mornago per poi fare tutta la trafila nelle giovanili del Varese. Mica una cosa tanto normale però….

“Infatti…(ride ndr). Negli Allievi nazionali del Varese, ma già anche prima ero un portiere !!!! Poi dopo il fallimento della società biancorossa decisi che era arrivato il momento di esaudire il desiderio di essere un centrocampista. Volevo cambiare completamente aria e grazie ad un amico ottenni un provino a Mendrisio presentandomi proprio come centrocampista. All’Adorna ho vissuto tre anni bellissimi e sono stato anche capitano negli Allievi A con cui ho avuto la possibilità di migliorarmi”.

Mattia Ditommaso ha superato un iter triennale per essere scelto al volo dopo aver stregato il coach della squadra che detiene il titolo nel più alto livello statunitense. 

” E’ stato tutto incredibile. Avevo già superato i primi test calcistici e nei college americani era arrivato un video in mezzo a tanti altri che riassumeva le mie qualità. Poi nel test sostenuto la scorsa settimana a Milano nel centro della “Lombardia Uno” (società legata all’AC Milan) sono accadute tutta una serie di circostanze incredibili che mi hanno permesso di toccare il cielo con un dito”.

Raccontaci un po’ …..

” Intanto dopo un primo quarto d’ora di partita (già iniziata in ruolo non propriamente congeniale) sono finito a giocare da difensore centrale……ma nonostante questo il coach di North Carolina è rimasto impressionato dalla mia prestazione dopo aver già visionato altre situazioni di tecnica individuale. La cosa ancor più incredibile è che questa selezione avrebbe dovuto rivelarsi quella buona per la prossima primavera, ma il coach ha voluto a tutti i costi bruciare l’iter e le tappe perchè io possa essere il prossimo 14 agosto il primo italiano all’inizio della stagione con il college”.

Immagino che l’euforia sia presto stata assorbita dalle preoccupazioni….

“Intanto per il momento ho avuto rassicurazioni tutte positive. Potrò laurearmi in scienze motorie, avere dei bonus sulle mie “prestazioni” sportive e scolastiche e mi hanno dato da subito una grossa mano da un punto di vista economico assicurandomi anche la copertura sanitaria (esclusa dalla borsa di studio). Non sono un fulmine con la lingua, ma probabilmente dopo un primo periodo di “sofferenza” riuscirò a cavarmela”.

Una scelta difficile? Cosa dicono a casa? E Mendrisio?

” A casa ci sono rimasti secchi, ma ho avuto la possibilità di scegliere senza pressione. La scelta non è stata difficile anche se la settimana è stata come un film. La gioia per avere avuto la notizia di essere finalmente HTP, poi la convocazione per la ripresa degli allenamenti con la prima squadra del FCM. Mi spiace davvero tantissimo per i miei piccolini perchè con Moretti, Naboni, Aspa….abbiamo fatto un lavoro straordinario quest’anno. Sono scelte difficili che però nel mio caso diventano più semplici perchè tutto si è incastrato come un puzzle al posto giusto nel momento giusto”.

Dedicato a chi sostiene che nella vita le cose non vanno mai come dovrebbero. Ma anche a chi non ha competenza per valutare un ragazzo.

Ecco perchè questo non è l’inizio di una storia, ma quello di una favola. Auguri campione!

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS