Il Chiasso espugna Wil per la seconda volta consecutiva e da una sterzata fondamentale al proprio campionato.

Abascal opera un cambio importante tra i pali rossoblu. Non sono infatti bastate le ottime prestazioni offerte da Mossi; al rientro dopo l’infortunio, le chiavi della porta se le riprende Francesco Russo.

In difesa dentro Monighetti e Urbano a sostituire lo squalificato Belometti e il non convocato Delli Carri. A centrocampo “diga di fantasia” con Said e Fatkic a supportare il tridente.

Pronti via e nemmeno il tempo di prendere posto sugli spalti per gli ultimi ritardatari che Keller commette fallo su Josipovic e il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto si presenta Ceesay che spiazza Freid alla sua destra e sigla il vantaggio ospite.

Il Wil non ci sta e reagisce immediatamente approfittando all’11’ di una disattenzione dei rossoblu, con tre passaggi va in porta con Alves che insacca l’1-1 grazie ad una pregevole conclusione al volo.
Emozioni a non finire? Nemmeno per idea, la partita si fa noiosa con i sangallesi palesemente votati al classico “prima non prenderle” ma con il Chiasso che non brilla.
Nella ripresa più Wil che Chiasso e i ritmi non cambiano fino al 54′ quando Martignoni recupera palla a metà campo e pennella per la testa di Monighetti che butta in mezzo; Ceesay non si fa pregare e fa 1-2. Da qui la partita prende il volo. Passano infatti solo 7 minuti che i padroni di casa pareggiano nuovamente con la difesa rossoblu ancora una volta disattenta e pasticciona.
Partita pazza con gli schemi che saltano e i bianconeri che mettono a nudo tutte le proprie difficoltà: Altri 2 giri d’orologio e la zampata di Farrugia, che già segnò contro il Wil nella partita di andata, riporta avanti i rossoblu.
Mister Abascal, memore dei punti gettati al vento durante la prima parte di campionato decide quindi saggiamente di coprirsi un po’ togliendo un ottimo Ceesay per inserire i muscoli di Soumarè e con Charlier che prende il posto di Josipovic qualche minuto più tardi.
Il Chiasso non rischia più di quel tanto e il ritmo cala. Per non lasciare nulla al caso fuori anche Farrugia per Cvetkovic a difesa del vantaggio.
Dopo 5 minuti di recupero, con addirittura Bignotti in panchina che fa bagarre (e poi cacciato dall’arbitro), e nella quale Russo sventa una buona occasione dei locali, arriva il triplice fischio di Horisberger che consegna al Chiasso tre punti pesantissimi e fondamentali.
I rossoblu sono ora a +8 su Wil e Winterthur e si godo il momentaneo quarto posto in classifica.
Appuntamento per sabato prossimo, quando al Riva IV arriverà il Wohlen.
FC Wil – FC Chiasso  2-3 (1-1)
Reti: 3′ Ceesay (rig.), 11′ Alves, 54′ Ceesay, 61′ Kienast, 63′ Farrugia.

FC Wil: Freid; Gonçalves, Lekaj, Muslin, Keller; Korkmaz (65′ Latifi), Zé Eduardo; Kucani, Vonlanthen, Alves (56′ Breitenmoser); Kienast.

FC Chiasso: Russo; Krasniqi, Urbano, Martignoni, Monighetti; Abedini; Fatkic, Said; Josipovic (72′ Charlier), Farrugia (88′ Cvetkovic), Ceesay (64′ Soumarè).

Note: IGP Arena, Wil. 640 spettatori. Arbitro: Stefan Horisberger. Terreno sintetico. Ammoniti: 27′ Korkmaz, 37′ Zé Eduardo, 45′ Savic (in panchina), 46′ Urbano, 46′ Keller, 82′ Kucani, 84′ Soumarè, 91′ Latifi.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS