Andiamo ad analizzare, con una sfumatura fantacalcistica, le prestazioni degli elvetici impegnati nella Serie A italiana.

Blerim Dzemaili:

Prima di concludere la stagione anzitempo (direzione Montreal), il centrocampista rossocrociato ha lasciato il segno. Per lui un anno d’oro: 30 presenze, 8 gol e due assist. Nel Bologna ha trovato probabilmente la sua giusta dimensione, vivendo la sua miglior stagione realizzativa di sempre. Chiude con una media-voto del 6.15.

Remo Freuler:

Arrivato all’Atalanta in sordina, nel corso di questa stagione il suo rendimento è letteralmente esploso. Complice l’anno d’oro vissuto dalla Dea, il centrocampista rossocrociato ha potuto mostrare il suo potenziale. Molta quantità e ottima qualità. Chiude la stagione con 33 presenze condite da 5 gol e 4 assist, ed una media-voto del 6.29.

Michel Morganella:

Il terzino del Palermo ha vissuto una stagione molto buia. Ha giocato poco e quando è stato chiamato in causa non ha mai offerto buone prestazioni. Probabilmente la stagione fallimentare dei siciliani non è stato un aiuto. Chiude la stagione con 9 presenze e con una media-voto del 5.22.

Stephan Lichtsteiner:

La stagione era partita nel peggiore dei modi: messo quasi fuori rosa ad agosto. Sembrava destinato ad essere ceduto, o a far molta panchina, invece è stato capace di ritagliarsi un posto importante in questa Juventus dei record. Il solito pendolino sulla sua fascia, molta quantità messa a disposizione dei torinesi. Chiude la stagione con 25 presenze condite da 1 gol e 2 assist. La sua media-voto è di 5.92.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS