Gli uomini di Celestini ritrovano i 3 punti nel giorno più importante

Atterra il Vaduz, sale il Losanna. La squadra vodese vince dopo mesi (ottobre 2016) ed è la vittoria più pesante per la classifica. I losannesi  salgono così all’ottavo posto, con la differenza reti migliore rispetto a tutte le avversarie dei “bassifondi”: -7.Conta l’equlibrio, ma pesano ancora di più gli attaccanti. Festa grande per qualche centinaio di tifosi arrivati fino a Vaduz.  Pur vero che i padroni di casa si sono complicati le cose da soli: prima con l’espulsione di Brunner (19’) poi il clamoroso errore di Siegrist sul gol di Torres.

Questa volta (finalmente!) Celestini ha azzeccato tutte le mosse: in superiorità numerica è tornato con la difesa a tre, inserendo prima Ben Khalifa al posto di Maccoppi, e poi ancora Torres e Mendez. Ha avuto coraggio, voleva vincere e ci è riuscito: questo il suo merito.
Per il Vaduz, una frenata brusca dopo la vittoria della scorsa settimana: il tempo per recuperare c’è ancora, e i principini non dovranno abbattersi.
Per il Losanna, invece, una vittoria dopo mesi  che non deve però far pensare che tutti i problemi siano risolti, anzi: ci sono molte cose da fare, e vale per entrambe le squadre impegnate oggi. Auguriamo loro un buon lavoro.

FC Vaduz – FC Losanna 0-1 (0-0)
75′ Torres