RSL: il power ranking della 28esima giornata – GC in testa, come ai vecchi tempi!

Pier Luigi Giganti
Di Pier Luigi Giganti aprile 20, 2017 11:00

Ecco il power ranking relativo alla giornata numero 28 in Super League, secondo Chalcio:

  1. Grasshopper: la cura Bernegger sta alla fine sortendo l’effetto sperato. L’equazione Cavallette – zona retrocessione suona male soltanto a pronunciarla. Gli otto punti di vantaggio sul Vaduz mettono finalmente gli zurighesi in una zona di classifica più tranquilla;
  2. Basilea: la cavalcata inarrestabile degli ex e futuri campioni svizzeri continua. A questo punto l’unico interrogativo sensato è se sapranno distanziare lo Young Boys di più o meno di venticinque punti al termine del torneo;
  3. Lugano: la parola Europa League non è più off-limits dalle parti di Cornaredo. Soprattutto quando puoi contare su un Alioski così scoppiettante nelle tue fila e la tua avversaria per l’ultimo posto disponibile per la seconda competizione europea – il San Gallo – non ne imbrocca una;
  4. Lucerna: il terzo rango del Sion è a soli due punti di distacco e avendo i vallesani già la testa alla finale di coppa,  un posto sul podio diventa il requisito minimo stagionale per gli uomini di Babbel;
  5. Sion: vince senza convincere. E non è certo la prima volta che capita ai vallesani in queste ultime settimane, anzi. Allora, nonostante il terzo posto in classifica e il Totomat, che per una volta è dalla parte del tecnico e non di Constantin, non siamo così certi che Zeidler sarà ancora al timone dei biancorossi nella prossima stagione. A meno che il 25 maggio …;
  6. Thun: tre sulle ultime tre, ma purtroppo per i biancorossi è un tris di sconfitte. C’è un abisso tra la squadra intrattabile che aveva rifilato un pokerissimo al Lugano e quella che, a distanza di poco più di un mese, si arrende senza nemmeno combattere a Cornaredo;
  7. Losanna: i punti salvezza non possono certo arrivare dai confronti con l’orco basilese. Preoccupa però l’assetto difensivo che, dopo tre partite impeccabili, ha ricominciato, a partire dalla trasferta alla Stockhorn Arena, a fare acqua;
  8. San Gallo: ultimamente il percorso dei biancoverdi è una vera via Crucis: tre sconfitte nelle ultime tre, due punti conquistati negli ultimi trentacinque giorni. Il caloroso pubblico del Kybunpark merita ben altro;
  9. Vaduz: nella settimana in cui i biancorossi si abbonano ai legni del Rheinpark (quattro colpiti in totale), la situazione nel Principato è sempre più critica. Dopo il match impari del prossimo fine settimana contro il Basilea, arriverà il trittico decisivo per provare a evitare la Challenge: Losanna, Grasshopper e San Gallo. Partire da un gelido meno cinque non è però l’ideale …;
  10. Young Boys: così non va. D’accordo che i bernesi avevano le attenuanti dell’attacco sguarnito, ma una squadra che mira in alto come la formazione giallonera dovrebbe fare un sol boccone del Grasshopper versione 2016 – 17.
Scrivi un commento

Nessun commento

Ancora nessun commento

Non ci sono commenti ancora, ma poui essere primo a commentare questo articolo.

Scrivi un commento
Visualizza commenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi contrassegnati sono obbligatori*

sedici − 4 =

Iscriviti alle nostre news!


Entra/esci

Login

Condividi con i social

Previsioni meteo

Dirette e news da twitter

Personaggi calcio svizzero

Archivio