Ultimo impegno europeo per l’YB: h.19,00 ospita gli albanesi dello Skenderbeu.

La sconfitta che non t’aspetti, nel momento che non t’aspetti  e nella partita (il derby) che non t’aspetti.
Ma così è andata. Il prezzo pagato è salato: persi tre punti in un campionato dove vede il Basilea in pieno recupero. Tre punti, o meglio sei se si considera la partita d’andata, che potrebbero essere pesantissimi  alla fine dei conti (a maggio).

Una sconfitta vi è stata. E non esageriamo e non lo carichiamo di processi alla squadra.
La stanchezza in questa fase è evidente. Ci sono titolari che hanno saltato uno o massimo due partite tra campionato, Coppa Svizzera e Europa League. Ci sono infortunati (Sanogo  e Bertone) altri che sono appena rientrati (Hourau e Benito); dei cali di forma (Nsame) e mettiamoci anche Von Balmoos parzialmente responsabile di qualche gol preso in queste ultime settimane.

Nella serata vi è anche un impegno che Hutter avrebbe fatto a meno di giocare. La sesta partita di Europa League insignificante per le sorti europee contro gli albanesi dello Skenderbeu.

Però c’è da onorare l’impegno, c’è da migliorare la classifica UEFA per i futuri impegni gialloneri e svizzeri.
I motivi non mancano, Non ultimo quello di “ritrovarsi” di riprendere il gusto della vittoria e capire che la stanchezza e la pesantezza nelle gambe è solo un fatto momentaneo. Ecco, si poteva fare a meno di questa partita certamente, ma visto che bisogna giocarla che lo si faccia nei migliori dei modi.

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
LinkedIn
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS