All’inizio dell’estate il Paradiso iniziava l’avventura nel campionato di Prima Lega Classic, ossia il quarto livello del pallone rossocrociato

A distanza di qualche mese, e con la prima fase andata agli archivi, vi proponiamo una serie di aspetti, sotto forma di numeri e brevi analisi, che ben mettono in risalto l’ottimo periodo vissuto dai protetti di mister Andrea Lanza.

La classifica – 6° posto. Alzi la mano chi si attendeva i neo-promossi biancoverdi nella zona medio-alta della graduatoria. Onestamente, in pochi pensavano di terminare il girone d’andata esattamente a metà tra zona-playoff promozione e zona-retrocessione. Eppure, con un’unità di intenti invidiabile, una certa tranquillità è stata raggiunta (oseremmo anche dire con abbastanza agio e spensieratezza).

I punti – 21. Tanti sono quelli conquistati dal gruppo luganese, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte. I palloni messi in fondo alla rete avversaria sono stati 23, mentre quelli raccolti dagli estremi difensori due in meno, ovvero 21.

La vittoria più ampia – correva il 20 ottobre 2019 e l’avversario sul sintetico del Campo Pian Scairolo era il Balzers, allora fanalino di coda. Ebbene, i Leoni sottocenerini si scatenarono, infliggendo ai malcapitati Principini un eloquente 8-0, in cui andarono a segno quattro elementi, tutti autori di una doppietta: Andreas Becchio, Ivan Čalić, Gian Luca Iaconis e Loris Vago.

Le sconfitte più pesanti – sono due gli incontri in cui il Paradiso è andato incontro ad altrettante scoppole: il 24 agosto contro il Gossau e il 26 ottobre a Tuggen. Ambedue le sfide sono terminate con i ticinesi battuti con il punteggio di 5-0.

I bomber – la vetta della speciale classifica dei cannonieri è condivisa da tre elementi. Andreas Becchio, Gian Luca Iaconis e Loris Vago hanno siglato 5 reti a testa. In termini percentuali, il loro apporto è notevole: i tre calciatori del reparto offensivo hanno infatti firmato il 65% delle segnature totali.

I più «cattivi» – con quattro cartellini gialli ciascuno, Andrea Grasselli e Axel De Biasi risultano i giocatori biancoverdi più sanzionati. Da segnalare che la correttezza dimostrata dai sottocenerini ha portato a un’unica espulsione (per somma di ammonizioni) in quattordici incontri: a «vedere» rosso è stato Noel Kabamba, in occasione del match perso 2-0 contro il Red Star, che gli ha fatto saltare l’ultima partita dell’anno solare. Di conseguenza, la sua presenza a fine febbraio con il Winterthur II è garantita.