Grazie a una seconda frazione più propositiva, le ragazze di Andrea Donini e Chiara Canello possono festeggiare il successo nel primo derby stagionale. A tagliare le gambe alle sopracenerine, il terzo punto dell’incontro.

Sc Balerna – As Gambarogno 5-1

Campione d’inverno. Un verdetto chiaro nonché sinonimo di imbattibilità. Nell’ultimo turno prima della pausa invernale, le verdeblù hanno dovuto alzare bandiera bianca contro la truppa neroazzurra. E così, le momò possono continuare a navigare a vele spiegate sull’onda del successo.

Nonostante temperature ‘glaciali’, le due formazioni scendono in campo in un clima di festa. Ad affollare gli spalti del Comunale di Balerna, una buona cornice di pubblico. Pronti, via e per i tifosi sottocenerini è già giunto il momento di esultare. Ad aprire le danze del primo derby stagionale al quarto minuto di gioco, infatti, è Irene Maiorano. Il centrocampista, con una bella punizione da posizione defilata al limite dell’area di rigore, sorprende l’estremo difensore ospite che nulla può se non rimanere a osservare la sfera che s’insacca alle sue spalle. Le momò sono galvanizzate e, nemmeno tre giri d’orologio più tardi, trovano il punto del raddoppio. A farsi strada tra le linee ‘nemiche’ è Federica Tosi che, s’invola sulla fascia destra, brucia la difesa delle sopracenerine e spedisce la sfera al centro dove sul secondo palo pesca Chantal Lurati (già a segno nell’ultimo derby nel marzo del 2017). Da buon prima punta arpiona la palla e, dopo essersi liberata della marcatura, incrocia nell’angolino – trovando la rete del doppio vantaggio.
Rete che incanala il match a favore delle neroazzurre. Dopo un momento di défaillance, però Giorgia Pestoni e compagne ritrovano il pallino del proprio gioco e, all’undicesimo, si affacciano per la prima volta dalle parti di Rebecca Sica: Clara Lucchini – in proiezione offensiva – serve in profondità Scilla Grossi che, da posizione defilata, scarica sull’estremo difensore delle padrone di casa che devia in calcio d’angolo. Ma, ormai giunti al 20esimo, il Balerna riparte in contropiede. Il cross di Veronica Sanchez sul portiere, viene respinto malamente da Lucrezia Colombo… Una Chantal Lurati in agguato, però non riesce a trovare l’impatto desiderato con la sfera e, così, la difesa ospite disimpegna. Pericolo che si ripete qualche minuto più tardi con Irene Maiorano. L’intervento di Giada Londino, però è provvidenziale.

Per cercare di coinvolgere maggiormente gli esterni e rilanciare la propria manovra, il tecnico gambarognese decide di affidarsi a una difesa a tre. Tattica decisamente fruttuosa. A suon di finte e controfinte, Vanessa Alves Mesquita e Scilla Grossi fanno ammattire la difesa momò. E così, al 34esimo Elizabeta Kresteva accorcia le distanze. Dopo essersi liberata della compagnia di Francesca Tagini ed Elisa Calà con due preziosismi, Scilla Grossi pennella al centro in direzione della numero nove che – controlla, si gira e calcia in porta mettendo fuori gioco l’estremo difensore neroazzurro. La reazione delle sottocenerine è veemente. La conclusione di Irene Maiorano, però sorvola la traversa. La prima frazione termina, dunque, sul risultato di 2-1 in favore delle padrone di casa.

Nella ripresa il Gambarogno continua a impostare il proprio sistema di gioco sulla falsa riga degli ultimi minuti del primo periodo. Ma, proprio nel miglior momento verdeblù, Sabine Daldoss commette un’ingenuità e regala un calcio di rigore. A presentarsi dagli undici metri è Francesca Tagini che, con freddezza, spiazza Lucrezia Colombo e firmare il terzo punto. Un duro scotto da pagare per le ragazze di Giorgio Fransioli che, ormai sull’orlo del baratro, dimostrano di non avere i mezzi per ribaltare il punteggio. E così, le momò trovano il terreno perfetto per rimpinguare il risultato. Al 53esimo, Federica De Vivo taglia in due la difesa ospite con un passaggio filtrante. Chantal Lurati raccoglie la sfera e mette al centro. Il pallone spiove in area di rigore e, sugli sviluppi di un batti e ribatti, Giulia Acar controlla la sfera e trafigge per la quarta volta Lucrezia Colombo. Nemmeno tre giri d’orologio più tardi, e la comasca deve nuovamente rendersi protagonista di un gran bel intervento: la punizione di Chantal Lurati rischia di insaccarsi proprio sotto la traversa, ma l’estremo difensore verdeblù è attento e smanaccia in angolo.

Le padrone di casa riducono la loro pressione senza incorrere in particolari rischi: l’unica vere e propria minaccia per Rebecca Sica è quando Elizabeta Krsteva, servita col contagiri da Scilla Grossi, scarica in direzione di Vanessa Curumi: la conclusione, centrale, è facile presa del portiere. Ormai a dieci minuti dal termine dell’incontro, le neroazzurre trovano la rete del definitivo cappotto. A presentarsi in solitaria davanti all’estremo difensore ospite è Laisla Diefenthaeler che, servita sul filo del fuorigioco, salta la retroguardia sopracenerina e calcia in porta a botta sicura con un pallonetto che si stampa nel set. Nei minuti finali, Lucrezia Colombo e la premiata ditta Lucchini-Pestoni si rendono protagoniste di un paio d’interventi degni di considerazione. E così, il match si conclude sul risultato di 5-1 in favore del Balerna.

Le ragazze di Andrea Donini conquistano anche il derby e, chiudendo il girone di andata imbattute, consolidano la vetta della classifica di Prima Lega. Ora, tre settimane di duro allenamento in vista della sfida valevole per i quarti di finale di Coppa Svizzera contro il Servette. Per il Gambarogno, invece, un po’ di meritate vacanze prima di ritornare al lavoro per il proseguo del campionato.

Formazione Sc Balerna: Sica (Canello), Salvadè (Casellini), Emini, Di Prenda, Tagini, Roncoroni (De Vivo), Prandi, Maiorano (Terranella), Tosi (Diefenthaeler), Lurati (Scarpelli), Sanchez (Acar)

Formazione As Gambarogno: Colombo, Londino (Rovea), Calà (Benini), Pestoni, Daldoss (Petrova), Caldelari, Lucchini (Bulfaro), Krsteva (Buletti), Grossi, Alves Mesquita, Curumi

Marcatori Sc Balerna: Maiorano (4’), Lurati (7’), Tagini (50esimo su calcio di rigore), Acar (53esimo), Diefenthaeler (84esimo)

Marcatori As Gambarogno: Krsteva (34esimo)

Ammonizioni Sc Balerna: Terranella (82esimo)

Ammonizioni As Gambarogno: Daldoss (48esimo)