Sotto un vero e proprio diluvio, la formazione di Giorgio Fransioli affonda l’Ffc Südost Zürich e conquista la prima gioia casalinga stagionale.

AS Gambarogno – FFC Südost Zürich 2-0

Tre punti preziosissimi e un sorriso a trentadue denti. Un dolce risveglio quello del Gambarogno. Dopo due sconfitte consecutive, Giorgia Pestoni e compagne ritornano alla vittoria – superando senza incassare reti la compagine di Sandro Gitto. E, ora, le verdeblù si ritrovano virtualmente sopra la linea salvezza.

Dopo aver affinato le ultime rifiniture, le ragazze di Giorgio Fransioli scendono in campo determinate più che mai ad agguantare la posta piena. Nemmeno il tempo di poter battere il calcio d’inizio che, il primo acuto dell’incontro è proprio di marca sopracenerina. Un’azione corale e ben orchestrata dalla premiata ditta Krsteva-Curumi permette alle padrone di casa di sbloccare il risultato. Al terzo minuto di gioco, Elizabeta Krsteva verticalizza in profondità per Vanessa Curumi. Il centravanti, dopo aver arpionato la palla ed essersi liberato della marcatura con un preziosismo, supera l’estremo difensore ospite con freddezza. Il match delle verdeblù è ormai incanalato su binari decisamente favorevoli. Le sopracenerine incrementano il proprio ritmo, rendendo vieppiù macchinosa l’azione di Silija Roth e compagne – ormai in balia del proprio avversario.

Un’ottima circolazione di palla e un pressing sempre più insistente, lasciano ben poco spazio alla formazione zurighese. E, così, le padrone di casa si rendono sempre più pericolose dalle parti della porta difesa da Pascale Brum. A mancare, però è un po’ di precisione. Il primo tempo sembra destinato a finire sul risultato di 1-0 in favore del Gambarogno, tuttavia qualcosa preoccupa il tecnico verdeblù: l’estremo difensore delle padrone di casa è vittima di un infortunio. Attimi di paura e apprensione… Per fortuna, però Lucrezia Colombo riesce a tornare in campo e terminare i primi quarantacinque minuti di gioco senza incassare nessuna rete. La prima frazione si conclude, infatti, sul risultato di 1-0 in favore della compagine di Giorgia Fransioli.

Nei primi minuti della ripresa il match continua sulla falsa riga del primo periodo. E, così, le sopracenerine trovano il punto del raddoppio. Al 58esimo, Vanessa Alves Mesquita e Clara Lucchini si rendono protagoniste di un’ottima azione offensiva – liberando a rete Scilla Grossi che, senza farsi pregare, spedisce la sfera in fondo al sacco. Il risultato è ormai in cassaforte: le sopracenerine, galvanizzate dal punto del raddoppio, continuano a opprimere la manovra della squadra sulle rive della Limmat impendendogli di ricorrere a lanci lunghi. La formazione di Sandro Gitto fatica a replicare e, così, la partita termina sul risultato di 2-0 in favore delle padrone di casa.

Un successo importante sia per il morale che per la classifica. Grazie anche alla folta presenza di pubblico, le sopracenerine hanno creato maggiore densità nei sedici metri ‘nemici’ e coinvolto maggiormente i due esterni offensivi. Tattica più che fruttuosa. Ora, testa all’ultimo impegno prima della pausa invernale: il derby contro l’Sc Balerna. Un incontro ricco di emozioni ma, soprattutto, un barometro per valutare il reale potenziale della compagine sopracenerina.

Formazione casalinga: Colombo, Londino (Golay), Calà, Pestoni, Daldoss, Caldelari, Lucchini, Krsteva (Cereghetti), Grossi, Alves Mesquita, Curumi

Marcatori casalinghi: Curumi (3’), Grossi (58esimo)

Nota: debutto in campo per la giovanissima Emy Golay (classe 2004)