Archiviato con parecchio rammarico il kappaò patito contro il Muttenz nel primo turno preliminare di Helvetia Coppa Svizzera, il Paradiso ritorna alle sfide di campionato con la trasferta in quel di Thalwil

A partire dalle ore 16:00 di domani, sabato 12 ottobre 2019, nel Canton Zurigo andrà in scena la partita valida per la 10ª giornata del Gruppo 3 di Prima Lega Classic. Per i biancoverdi si tratterà dell’immediata chance di riscattare la prematura e amarissima uscita di scena dalla competizione nazionale a eliminazione diretta. Un torneo che vede ancora impegnato i loro prossimi avversari, che hanno battuto i rivali di gruppo dell’Höngg all’appendice dei calci di rigore.

Nel corso della settimana, i Leoni luganesi hanno riflettuto a lungo sull’ultima battuta d’arresto. Una sconfitta che, come raccontatoci da mister Andrea Lanza dopo il match con i basilesi, dovrà servire da lezione e venir presa nel modo giusto, perché la squadra, è sotto gli occhi di tutti, possiede le qualità necessarie per giocarsela contro chiunque. A patto, però, di non perdersi in un bicchier d’acqua e rimanere consapevoli di essere in grado di farsi valere.

Il problema che incontrano i ragazzi ticinesi concerne le reti messe a segno. In 9 turni sinora disputati i portieri avversari hanno raccolto solamente 9 palloni in fondo alla propria porta. Vale a dire 1 gol siglato ogni 90 minuti. Le occasioni vengono create a iosa, la «mancanza» è la concretizzazione di esse e la determinazione sotto porta. L’aspetto che fa sorridere è la casella delle reti subìte (13).

Da neo-promossa della categoria, il bilancio delle prime nove uscite (tre vittorie, tre pareggi e tre sconfitte per un totale di 12 punti) è da ritenersi soddisfacente. Ogni duello ha le sue difficoltà e va preparato nel miglior modo possibile su quegli aspetti che nel calcio fanno la differenza e che rispondono al nome di… «dettagli».