Prima vittoria del girone di ritorno per il Taverne che grazie ad una gara accorta ha disposto con merito di un Thalwil arrivato in Ticino in condizioni atletiche approssimative e con il chiaro intento di tornarsene a casa con almeno un punto. Il primo tempo è stato viziato da molte palle lunghe che non hanno quasi mai impensierito i portieri. Un episodio che peserà sul risultato accade nell’area del Taverne allo scadere del primo tempo: sugli sviluppi di una palla inattiva c’è un chiaro fallo di mano in area di un difensore giallonero sfuggito alla vista del direttore di gara. Il secondo tempo si è aperto con l’espulsione di Skoric per doppio cartellino giallo: anche questo un episodio sul quale il direttore di gara Sig. Roth non è apparso molto convincente.
La rete decisiva l’ha messa a segno il generoso Carmine Rocca (67′) al termine di una delle azioni migliori della partita. Trovato il vantaggio, il Taverne ha saputo amministrarlo con grande serietà andando più vicino al secondo goal che non il Thalwil a quello del pareggio. ” E’ una vittoria che ci voleva per dare un po’ di serenità al nostro spogliatoio – commenta il Presidente Burà a fine partita – finalmente sono arrivati i tre punti anche se ancora una volta non possiamo sorvolare sulle interpretazioni del regolamento da parte del direttore di gara. Nel prossimo turno il Taverne giocherà a Balzers mentre il Seuzach – disstante sette punti dai ticinesi – sarà impegnato sul difficile campo della capolista Wettswil: occasione propizia per cercare di riavvicinare la linea a sette giornate dal termine del torneo. (dp)
AC TAVERNE – FC THALWIL 1-0 (0-0)
AC Taverne: Bernasconi, Di Stefano (90’+3′ Berisha L.), Barone (60′ Cariglia), Cattaneo, D’Amato, Rocca, Quesada (53′ Gomez), Skoric, Coppola,Vidovic (cap.), Lamanna. All. Moghini.

A disposizione: Surano, Regusci, Galli, Zirilli.

Note: Arbitro: Sig. Simon Roth. 50′ Espulso Skoric (doppia ammonizione). 87′ Espulso Gammel (rosso diretto). Ammoniti: 19′ D’Amato, 70′ Vidovic.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ti piace questo articolo? Condividilo qui con i tuoi amici sul tuo social preferito!
Facebook
Facebook
LinkedIn
Twitter
Visit Us
Instagram
Whatsapp
YouTube
Seguici via Email
RSS