La ventesima giornata del gruppo 3 ha visto uscire sconfitte entrambe le squadre ticinesi.

Non era mai accaduto dall’inizio del campionato che Bellinzona e Mendrisio perdessero nella stessa giornata. Se i granata di Tirapelle cadono in piedi (aprendo comunque un pericoloso precedente), per i momò si è trattato della quarta sconfitta di fila che apre in via ufficiale una crisi di risultati accentuata dall’esito delle partite altrui.

Al Comunale, il Bellinzona sembrava avviato alla solita passeggiata nonostante le numerose assenze: la squadra di Luigi Tirapelle era infatti in vantaggio per 4-1 contro l’ultima in classifica quando mancavano sette minuti al termine della partita. In meno di dieci minuti l’Eschen/Mauren ha realizzato l’impresa probabilmente più incredibile della propria storia segnando quattro goal a una squadra che in classifica vantava 32 punti di vantaggio. Protagonista assoluto della partita è stato l’attaccante  Michael Bärtsch, autore di una tripletta. Da rivedere e da analizzare con la massima attenzione un finale di partita che ha riportato alla luce i fantasmi della doppia sfida di playoff 2016-2017 contro lo Stade Lausanne Ouchy.

Al “Moos” di Wettswil il Mendrisio ha giocato un gran bel primo tempo, ma il solito cronico problema del goal ha limitato nuovamente la squadra di Ardemagni che incredibilmente si sta allontanando dalla zona alta della classifica scivolando pericolosamente a pochi punti dalla linea. Gli episodi chiave non sfruttati in un primo tempo dominato nel gioco e nelle occasioni, si sono rivelati determinanti nella ripresa quando dopo l’uscita dell’infortunato Cataldo, la squadra di Ardemagni ha incassato una rete in mischia che ha condizionato il risultato finale. Oltre alla quarta sconfitta consecutiva, si è allungata anche la lista degli infortunati. La settimana che porterà alla decisiva gara con il Balzers (tre punti per continuare a sperare oppure sarà necessario guardarsi dietro) si presenta molto impegnativa per una squadra che ha fatto solo due punti in sei partite e che considerando lo spareggio di coppa ne ha perse cinque su sette.

Sugli altri campi è successo praticamente di tutto. A confermare l’equilibrio di qualsiasi sfida, ma anche la debolezza delle 13 avversarie del Bellinzona, si è registrato ad esempio il 4-0 che l’Höngg ha rifilato al Gossau (quattro gol in meno di venti minuti). Miracolato dalla vittoria immeritata di Mendrisio, il Tuggen è inciampato nella seconda sconfitta della gestione Allenspach perdendo in casa contro il Winterthur per 2-1. Niente da fare nemmeno per il rinforzato Kosova che al Rheinau è stato battuto per 3-1 dal Balzers.

Nella partita più importante della giornata, il Red Star di Giovanni Gargiulo è andato a vincere per 1-0 a Thalwil grazie a una rete di Philipp Reiffer a metà ripresa.

Classifica sempre più indecifrabile con il Bellinzona praticamente qualificato per la fase finale con 17 punti di vantaggio sul terzetto che segue quando mancano sei giornate alla fine del campionato. A questo punto, Gossau, Thalwil e Red Star si giocheranno probabilmente il secondo posto lasciando soltanto qualche residua speranza di inserimento al Mendrisio.

Perno centrale della classifica, la squadra di Ardemagni si ritrova a cinque punti dalla zona playoff ma anche a cinque da quella salvezza in caso di vittoria del San Gallo nell’incontro in programma oggi a Wil contro il Seuzach.

Dal Mendrisio a scendere, possono infatti già considerarsi tutte quante a rischio retrocessione.

AC Bellinzona – USV Eschen-Mauren 4:5 (3:0)

Reti: 15′ Stojanov 1:0, 17′ Sergi 2:0, 25′ Bärtsch 2:1, 35′ Sergi 3:1, 57′ Magnetti 4:1, 83′ rig. Bärtsch 4:2, 86′ Pola 4:3, 89′ Pola 4:4, 93′ Bärtsch 4:5.

AC Bellinzona: Pelloni; Russo, Djuric, Tarchini;Pocas Ribeiro (80‘ Maffi), Forzano, Facchinetti, Berera; Sergi, Stojanov (67’ Mele), Magnetti (67’ Zubcic). All. Tirapelle.

A disposizione: Prati.

USV Eschen/Mauren: Antic, Schmid (79′ Kieber), Martinovic, Quintans, Thöni, Peters, Kavcic, Baumann (64′ Kühne), Wolfinger, Giger (63′ Pola), Bärtsch. All. Regtop

A disposizione: Wehinger, Stevic, Menzi.

FC Wettswil-Bonstetten – FC Mendrisio 2:0  (0:0)

Reti: 65’ Zoller 1:0, 86’ Dzelili.

FC Wettswil-Bonstetten: Baumgartner; Brüniger, Todzi, Studer, Peter; Schneebeli, Zoller (69’ Bétrisey), Dzelili (90’Horak), Loosli; Lugo, Capone (85’Peduzzi). All. Oswald.

A disposizione: Thaler, Waser, Jankovic, Allemann.

FC Mendrisio: Cataldo (54’ Di Lauro); Tirelli, N.Kabamba, M.Kabamba, Cariglia; Moscatiello, Perego (73’ Sarr); Gallo; Lagrotteria (83’ Atay), Calic, Vinatzer. All. Ardemagni.

A disposizione: Naboni, De Biasi, Mazzetti.

 

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp