Sembrava doversi chiudere senza sconfitte il campionato dello Stade Lausanne-Ouchy e invece a mettere il bastone fra le ruote ci ha pensato una squadra Ticinese.

Lo Stade Juan-Antonio Samaranch applaude l’AC Bellinzona, mietitore della capolista del torneo di Promotion League. Un impresa mai riuscita a nessuno in stagione. Sembrava doversi concludere senza sconfitte, ma i losannesi non avevano ancora fatto i conti con la squadra granata la quale, dopo 90′ di autentica battaglia, ha avuto la meglio sbloccando la gara al 34′ con Salvatore Guarino e chiudendo, di fatto, il primo tempo in vantaggio di una rete a zero.

L’arduo compito è stato, poi, reso più semplice nei secondi quarantacinque minuti in cui il biscione ha saputo amministrare il vantaggio sino alla rete del 2-0, che ha definitivamente chiuso i giochi. A regalare il successo la marcatura del bomber argentino Gaston Magnetti (81′).

Grazie a questa impresa il Bellinzona potrà vantare il “record” di prima formazione ad aver aggiunto un 1 nella casella delle sconfitte stagionali del Lausanne-Ouchy.