I granata di Gigi Tirapelle superano l’ostacolo argoviese con una solida prestazione ed una giusta dose di furbizia.

Il Bellinzona si presenta sotto il cielo minaccioso della Niedermatten con parecchie novità rispetto alla formazione di base che ha sconfitto la scorsa settimana il La Chaux de Fonds ed accompagnato da un buon numero di tifosi. Si rivedono dall’inizio Maffi e Quadri mentre tornano a disposizione Italo, Tarchini, Facchinetti e Yesilcayir. Non ci sono il bomber Magnetti e solo in panchina Antonio Felitti: due grandi protagonisti della partita di sabato scorso. Nel Wohlen, Thomas Jent opera un solo cambio rispetto alla formazione che ha pareggiato a Münsingen schierando dall’inizio La Rocca al posto di Pelae.

Inizio di gara molto accorto da parte delle due squadre. Il Wohlen vince qualche contrasto in più a metà campo nel primo quarto d’ora e al 25esimo sugli sviluppi di un’azione nata in fascia sinistra trova il vantaggio, ma la rete è annullata per un fallo nel cuore dell’area di rigore. Si arriva così alla mezz’ora con il Wohlen più convinto nel cercare la profondità senza tuttavia riuscire a rendersi particolarmente pericoloso. Al 33’ è però del Bellinzona l’occasione importante: nella circostanza è bravissimo il portiere argoviese Joos a salvare la propria porta a tu per tu con Stojanov. Il vantaggio granata è però rinviato di una decina di minuti e lo firma Daniele Russo quando mancano 120” al termine del primo tempo: per il difensore granata si tratta della seconda rete stagionale dopo quella realizzata il 30 marzo scorso contro il Bavois.

Nella fase centrale del secondo tempo, Ulisse Pelloni diventa protagonista e nel giro di pochi minuti rimedia al mal posizionamento difensivo dei compagni salvando un paio di volte la propria porta. Il Bellinzona soffre un po’ le corsie esterne da dove sia nei primi 45′ che nella ripresa sono arrivati i maggiori pericoli. Stojanov cerca di farsi perdonare l’errore precedente, ma la sua conclusione finisce sul palo. Nell’ultimo quarto d’ora si gioca quasi esclusivamente nella metà campo del Bellinzona, ma i granata trovano il goal della sicurezza al minuto 85′ con una splendida conclusione di Felitti, rientrato dopo l’infortunio prendendo il posto del giovane Doldur dopo pochi minuti della ripresa.

Christian Banwart ha ben diretto la sua quinta partita in Promotion Legaue, tra le quali Bellinzona – Stade Nyonnais (3:2) dello scorso 7 aprile. Il 33enne zurighese aveva arbitrato i granata anche due volte lo scorso anno (Eschen-Bellinzona 1-2 e Bellinzona – San Gallo 1-1).

FC Wohlen – AC Bellinzona o:2   (0:1)

Reti: 42’ Russo 0-1, 84′ Felitti 0-2

FC Wohlen: Joos; Geri (82′ Pelae), Milani, Nitaj, Calbucci; Seferi (55′ Quintas), Muslin, Gregorio; La Rocca (74′ Bieri), Schultz, Schiavano. All. Jent.

A disposizione: Pinthus, Jovanovic, Ferreira, Bamba.

AC Bellinzona: Pelloni; Farine (65′ Yesilcayir), Russo, Monighetti; Maffi, Quadri (66′ Tarchini), Doldur (56′ Facchinetti), Forzano (71′ Felitti), Berera; Guarino, Stojanov. All. Tirapelle

A disposizione: Prati, Italo, Novaresi.

Note: Niedermatten, Wohlen –  SR: Christian Banwart (Daniel Mendes, Luciano Lopez) –  Wohlen senza Richner, Pnischi, Biqkaj (non convocati), Burkard (infortunato) e Samardzic (malato). Bellinzona senza: Berzati, Magnetti, Bottani, Anselmi, Pocas Ribeiro. Ammoniti: 32’ Quadri, 40’ Geri, 70′ Forzano, 77′ Maffi, 86′ Nitaj.