Il Balerna mantiene il più otto grazie al rigore realizzato al minuto 85.

La squadra in testa al campionato riesce ad espugnare il campo di Ascona in inferiorità numerica grazie ad un rigore realizzato da E. Fiori nei momenti conclusivi della partita.
Lo scontro tra le due compagini è molto fisico: Muadianvita dell’Ascona e Baracchi del Balerna fanno a sportellate per tutti i novanta minuti. Il primo tempo non suscita molte emozioni tranne il tiro di Andrea Bernasconi a pochi metri dal portiere, neutralizzato da Lucic. Per i padroni di casa l’opportunità più golosa avviene su calcio d’angolo con Muadianvita: la frustata di testa vola di poco alto sopra la porta difesa da Albizzati.

Nel secondo tempo c’è da commentare una occasione per ciascuna delle due squadre: un’ulteriore occasione per il Balerna non capitalizzata e conclusa con un errore sottoporta e per quanto riguarda l’Ascona Manev, trovatosi dentro l’area, si attarda troppo a concludere e sciupa. L’evento spartiacque della partita è l’espulsione di Righetti per doppia ammonizione, viene mandato negli spogliatoi dal direttore a causa delle proteste. Arrivati ai minuti conclusivi della gara, Camilletti viene steso in area e l’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Dai 9 metri E. Fiori spiazza il portiere e la squadra ospite festeggia il vantaggio ottenuto quando il pareggio sembrava ormai scritto.

Balerna chiamato a rispondere alla vittoria del Gambarogno di ieri sera, si riporta a più otto e dopo la partita di coppa contro il Lema, attende il big match di domenica prossima contro l’Arbedo.