Salvezza all’ultima giornata per il Cademario di Matteo Zanotti, con un girone di ritorno complicato dagli infortuni e il saluto finale di Nicola Croci Maspoli

CADEMARIO: VOTO 6,5

Dopo l’esaltante promozione della passata stagione, con due giornate di anticipo sulla coppia Monteceneri-Rancate, quest’anno i blues, tra i grandi della Seconda Lega e sempre guidati in panchina da Matteo Zanotti, avevano un solo obiettivo: la salvezza. Bene. Salvezza è stata. Al cardiopalmo, all’ultima giornata dopo aver resistito al ritorno di Losone, Ascona e Riarena, ma ottenuta con grande merito, tenacia e sacrificio. Merito di uno splendido gruppo, unito e compatto, che ha permesso a una piccola realtà di paese di giocare ancora il prossimo anno nella massima serie del calcio regionale ticinese.

Il Cademario ha costruito la propria salvezza soprattutto nel girone di andata, chiuso con 15 punti frutto di 5 successi e 8 sconfitte (nessun pareggio), dove sono pesante moltissimo le vittorie negli scontri diretti: 3-0 al Riarena, 5-3 all’Ascona e 1-0 in casa del Losone prima della sosta. Nel ritorno la squadra di Zanotti ha fatto più fatica (9 punti >> 2 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte), perdendo prima contro il Riarena e l’Ascona, ma anche pareggiando in casa del Balerna e vincendo con caparbietà contro il Castello (3-1) e il Vedeggio (1-0). Fino all’ultima giornata, lo “spareggio” salvezza contro il Losone, in cui serviva almeno un punto per festeggiare: e così è stato, 0-0, per ricominciare ancora dalla Seconda Lega.

MISTER MATTEO ZANOTTI

Mister Matteo Zanotti: «Il nostro obiettivo era la salvezza e l’abbiamo ottenuta. Un risultato per nulla scontato per una realtà di paese come la nostra. Dopo i 15 punti dell’andata, il girone di ritorno, complice anche qualche infortunio, è stato più complicato. L’ultima partita contro il Losone mi ha fatto perdere 10 anni di vita. Poi la festa, anche se però vorrei davvero rendere onore al Losone: retrocesso sul campo ma da Signori e Gentiluomini. Auguro a loro di tornare in Seconda Lega al più presto. Noi il prossimo anno ripartiremo con il solito obiettivo, la salvezza, magari raggiunta con qualche giornata di anticipo».

SAMUELE BALMELLI, MATTEO BALLERINI E OMAR DE ANGELIS

«Non mi piace per niente – conclude Zanotti – fare il nome di qualche singolo giocatore, perché quest’anno tutto il gruppo è stato eccezionale. Ma se proprio devo, allora ne cito tre: Samuele Balmelli, Matteo Ballerini e Omar De Angelis perché spesso hanno giocato in condizioni fisiche “folli”. Infine vorrei ringraziare Nicola Croci Maspoli che dopo 7 anni ci lascia per motivi di lavoro, ma spero di riuscire a convincerlo di fare con noi anche solo il girone di andata».

VERDETTI SECONDA LEGA

Primo posto (promossa in Seconda Interregionale): Gambarogno Contone.

Secondo posto: Balerna.

Terzo posto: Castello.

Retrocesse in Terza Lega: Riarena e Losone.

CLASSIFICA SECONDA LEGA

PTGVNPPPGFGS
Gambarogno Contone56261826-744423
Balerna54261664-1095827
Castello46261448-984032
Minusio45261439-1334937
Arbedo45261439-2605436
Vedeggio44261358-884936
Morbio432614111-1254039
Rapid Lugano39261169-583734
Cadenazzo28267712-1784048
Vallemaggia27267613-782837
Ascona25268117-1262949
Cademario24267316-922945
Losone23265813-1092738
Riarena19266119-1762164