I rossoneri non vincono da dodici giornate e sono lentamente scivolati troppo vicini alla zona retrocessione, ma domenica prossima, in un colpo solo, potrebbero salvare un’intera stagione

Si mette male per il Cadenazzo che nell’ultimo turno di campionato ha incassato la terza sconfitta nelle ultime tre partite disputate (2-0 in casa del Gambarogno Contone) e a cui, allargando un po’ lo sguardo, la vittoria manca da ben dodici partite: 3-1 in casa dell’Ascona il 20 ottobre scorso. In classifica i rossoneri sono lentamente scivolati al terzultimo posto ma, anche si stata piano piano assottigliando, il margine di sicurezza dalla zona retrocessione è ancora abbastanza rassicurante: +5 dalla coppia di coda Riarena e Ascona, con in mezzo Cademario e Losone a -2 dalla squadra di Maurizio Berriche.

Abbiamo chiesto Arnaldo Caccia, presidente del Cadenazzo, di provare a spiegarci come la società e la squadra stanno vivendo questo delicato momento, tanto più che domenica prossima i rossoneri ospiteranno l’Ascona, uno scontro diretto che davvero può valere un’intera stagione.

CHALCIO: Presidente partiamo dall’ultima sfida contro il Gambarogno Contone: terza sconfitta consecutiva e una classifica che si complica, come hai visto la sua squadra?

Arnaldo Caccia: «I ragazzi hanno fatto il possibile. Non era certo contro il Gambarogno Contone che dovevamo per forza fare punti per raggiungere la salvezza. Sapevamo che sarebbe stata una partita molto complicata e inoltre avevamo parecchi assenti sia per squalifica (Ilija Grgic, Patrik Teixeira e Emanuele Di Zenzo) che per infortunio (Artan Emini e Patricio Bustamante). Sino alla mezz’ora la gara è stata abbastanza equilibrata. Il loro vantaggio è nato forse da una posizione di leggero fuorigioco, mentre il raddoppio di Borga è stato frutto di una grandissima giocata: ha messo il pallone proprio sotto l’incrocio dei pali. Sotto 2-0 abbiamo avuto un paio di occasioni per riaprirla, prima con Lamanna e poi con Franzino, ma non ci siamo riusciti.  Come ho detto non era questa la partita in cui dovevamo fare i tre punti, invece la prossima contro l’Ascona proprio non potremo permetterci di sbagliarla».

CHALCIO: Dodici partite consecutive senza vittoria, l’ultimo successo risale al 20 ottobre scorso proprio contro l’Ascona, vi siete dati una spiegazione?

Arnaldo Caccia: «Abbiamo fatto degli errori e le colpe sono da dividere in partiti uguali tra tutti. Mi sembra abbastanza evidente, come ha dimostrato il girone di andata, che per ottenere dei buoni risultati i grandi nomi non bastano. Nel girone di ritorno abbiamo fatto scelte diverse e deciso di sfoltire la rosa, affidandoci allo zoccolo duro e dando spazio a tanti giovani che adesso stanno facendo un po’ di fatica, ma sono certo che quello che stanno imparando oggi servirà per le prossime stagioni. Aggiungo però che alle volte siamo stati puniti ben oltre i nostri demeriti: mi vengono in mente i pareggi contro Vallemaggia e Cademario in cui siamo stati raggiunti nel finale per un calcio di rigore e un gol in fuorigioco. Con quattro punti in più, oggi saremmo salvi. Discorso diverso va fatto invece per il girone di andata. Dopo l’ottimo quarto posto dell’anno scorso, avevamo iniziato la stagione con altre ambizioni. All’andata sì, la squadra mi ha deluso. Mi aspettavo decisamente di più».

CHALCIO: Avanti con mister Berriche anche l’anno prossimo?

Arnaldo Caccia: «Adesso pensiamo a domenica prossima in cui sfideremo l’Ascona con mister Berriche in panchina. I tre punti ci permetterebbero di raggiungere la salvezza. Maurizio (Berriche, ndr) è un ottimo allenatore che ha tanta esperienza, uno dei migliori tecnici della Seconda Lega. L’anno scorso ci ha permesso di raggiungere il quarto posto con una squadra che sulla carta era meno attrezzata rispetto a quella che avevamo a inizio anno. Come ho detto abbiamo tutti commesso degli errori, prima di parlare del futuro vogliamo tutti che il Cadenazzo si salvi».

CHALCIO: Chiudiamo proprio con la partita di domenica, contro l’Ascona dovrete essere bravi a fare cosa?

Arnaldo Caccia: «È uno scontro diretto in cui l’unica cosa da fare sarà vincere. Siamo ancora davanti a Losone, Cademario, Riarena e allo stesso Ascona. Per fortuna dipende ancora tutto da noi. Recupereremo gli squalificati e spero almeno un infortunato. In settimana parlerò ai ragazzi cercando di far capire loro l’importanza della sfida: non ci sono più scuse, è giunto il momento di dimostrare che il Cadenazzo merita ancora la Seconda Lega. Sono convinto che riusciremo a salvarci, la società sta bene e ha un bellissimo comitato, molto unito. Abbiamo ancora tanta voglia di fare calcio in un certo modo, per bene, coinvolgendo il più alto numero di ragazzi delle nostre zone».

CLASSIFICA SECONDA LEGA

PTGVNPPPGFGS
Balerna46211443-944920
Gambarogno Contone44211425-553516
Arbedo39211236-2084122
Castello37211146-653026
Morbio34211119-903130
Rapid Lugano 13321966-442824
Minusio33211038-1133831
Vedeggio3221957-713427
Vallemaggia2721768-492321
Cadenazzo21215610-1442635
Cademario19216114-722539
Losone19214710-842129
Ascona16215115-1002242
Riarena16215115-1441758

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

1L: ufficiale, Giorgio Marcionelli sarà il portier...   Dopo il ritiro del portiere Bernasconi, il presidente Caggiano era alla ricerca di un altro portiere di livello per la nuova avventura in Pr...
1L: Giorgio Marcionelli destinazione Paradiso? Ore... Il portiere del Sementina Giorgio Marcionelli sembra in procinto di passare al Paradiso! Queste sembrano le ore decisive per la decisione del porti...
3L-1: l’Insubrica è diventata grande, il president...   Sesto posto in classifica da neopromossa, mister Palombella e mister Vacca hanno fatto un lavoro eccellente, adesso bisogna confermarsi I...
3L mercato: Riarena, tre giocatori vanno al Losone...   Smaltita in fretta la delusione per la retrocessione, il Riarena ripartirà dalla Terza Lega con ancora in panchina Sergio Mozzetti Sarà a...
4L-2: Rorè, mister Aris Rogic lascia, al suo posto...   Troppo forte il richiamo del campo: Aris Rogic lascia la pancina dei bianconeri per dedicarsi esclusivamente al calcio giocato, l’anno pro...
CCJL-A: Chiasso, mister Dario Rota “ci hanno lasci... Sfogo del tecnico rossoblù che punta il dito sulla Federazione ticinese colpevole secondo il tecnico di non tutelare abbastanza le proprie squad...
3L: due pedine importanti per FC Insubrica! Arriva l'ufficialità, Michel Maki e Daniele Francesca rinforzeranno il FC Insubrica nel prossimo campionato di Terza Lega. Michel Maki è un attac...
Altro colpo di mercato per il FC Agno targato Davi... Il FC Agno comunica di aver stretto la mano a Gastone Bottini per la stagione 2019-2020, centrocampista centrale che all’occorrenza può giostrar...
2L mercato: due acquisti per il Coldrerio di miste...   Claudio Orelli e Davide Pellegrini sono i primi due rinforzi per il Coldrerio targato Seconda Lega, in uscita invece bomber Spagnuolo e il...
3L-2: Solduno, la scoperta Alessandro Meschiari e ...   Buona stagione per il Solduno, ma che peccato aver staccato la spina nel ritorno, “colpa” soprattutto della Pro Daro di mister Fausto Scia...