Il Morbio si aggiudica il match casalingo contro l’Ascona per 2 a 1. Dal punto di vista del gioco espresso non c’è stata gara: la formazione di mister Righi infatti è stata ben messa in campo per tutta la durata della gara e ha concesso veramente poco all’Ascona ospite.

Primo tempo: al quinto minuto, il Morbio è già in vantaggio grazie alla rete di Marjanovic’, il quale prende posizione su Bellich, centrale dell’Ascona e si fa spazio al limite dell’area per sfoderare un potente tiro di destro che si insacca nel sette. Al 12’, ancora Marjanovic’ vicino al gol quando prova a deviare in porta il bel suggerimento di Belluzzi. Al sedicesimo, gli ospiti vanno ad un passo dal pareggio con la traversa, sul bel tiro a giro tentato da Stojov. Al minuto 20, Marjanovic’ supera di fisico il suo diretto marcatore e vola verso la porta difesa da Buono, portiere dell’Ascona, poi serve Fasana che però incontra il salvataggio incredibile di Rodriguez. Sul finire del primo tempo, il match si surriscalda e i tackle si fanno sempre più duri. Al quarantacinquesimo, Fasana sigla il raddoppio schiacciando di testa in rete il cross millimetrico di Tino.

Secondo tempo: al cinquantesimo, Azero va ad un passo dal terzo gol per il Morbio con una conclusione ad effetto che fa la barba al palo. Al 56’, la punizione di Tino esce di un niente. Al 53’, l’Ascona può riaprire la partita ma sul tentativo potente di Rodriguez ci mette una pezza il portiere morbiense Bosio. Al settantesimo, Azero impegna ancora Buono con un tiro al limite dell’area, ma il numero 1 non si fa trovare impreparato e para coi pugni. Ad un minuto dalla fine, il portiere del Morbio esce di pugno ma colpisce Akai su un innocuo traversone. L’arbitro fischia rigore e Matic’ realizza il penalty, incendiando le speranze degli ospiti. L’Ascona si riversa in attacco e in contropiede Vadalà spreca l’occasione di spegnere la determinazione dell’Ascona e chiudere i conti. Dopo 5 minuti di recupero, il direttore fischia tre volte e sancisce la quarta vittoria di seguito dei nero-arancio.

Come detto pocanzi, il Morbio sembra un’inarrestabile macchina da gol con già 14 reti realizzate nelle prime quattro giornate di campionato; domenica prossima sarà ospite nel derby contro il Balerna, sfida in cui, visti i precedenti, i gol non mancheranno. L’Ascona di mister Dos Santos invece rimane a quota sei punti e attende il Castello, sabato prossimo.