Il Balerna strappa 3 punti fondamentali per il proseguimento del campionato. La vittoria ha un sapore speciale se si tiene in considerazione l’interiorità numerica con la quale i nerazzurri hanno dovuto giocare il secondo tempo, a causa dell’espulsione di S. Piccioli.

Primo tempo: in avvio di gara, l’Ascona manovra meglio la palla e si rende pericoloso con la prepotenza fisica del tandem offensivo n10 e n8. L’occasione più netta arriva però da n17, il quale schiva il gol del vantaggio con un diagonale che sfiora il palo alla destra del portiere ospite Guatelli. La squadra di Pichierri appare come congestionata e non riesce a trovare linee di passaggio nitide per provare almeno a impensierire la difesa asconese.

Secondo tempo: dopo l’intervallo, il Balerna entra con un piglio più battagliero e si stabilizza nella metà campo offensiva. Al 50’, S. Piccioli viene espulso dal direttore di gara per la seconda ammonizione e, invece di demoralizzarsi, i nerazzurri reagiscono e producono azioni su azioni. Il gol dell’1 a 0 arriva al 57’ quando, in occasione di un corner, prende posizione D. Fiori che fa da sponda per Andrea Bernasconi, il quale la butta dentro in qualche modo in prossimità della linea di porta. Poco dopo, al 63’, il neo-entrato tra le file del Balerna E. Fiori irrompe nella difesa avversaria e, giunto in prossimità della trequarti, spara una saetta che si infila nell’incrocio dei pali, davvero una bella rete! La squadra di casa prova a rimediare e, forti della superiorità di giocatori in campo, obbliga il Balerna a trincerarsi nella propria metacampo. I nerazzurri riescono nell’impresa e mantengono il vantaggio di due gol fino ai minuti conclusivi della gara: al 93’ infatti, l’Ascona segna con Tiboni, il quale arpiona un lungo lancio e batte Guatelli con un pallonetto che dimostra le grandi doti tecniche dell’attaccante.

Il Balerna vince seppur in 10 uomini e prosegue il trend positivo. Domenica prossima attende il Castello in casa per un derby molto atteso. Dopo la sconfitta, l’Ascona potrà rifarsi nel prossimo turno contro il Minusio.