Sfruttando il fattore campo, il Gambarogno-Contone si è sbloccato anche tra le mura amiche e ha battuto il Sursee (2-0), allontanandosi di conseguenza dalla «zona calda» della graduatoria

Il tecnico rossonero Tazio Peschera è chiaramente soddisfatto per i tre punti conquistati dai suoi protetti, lodati in particolare per l’atteggiamento mostrato nell’arco della sfida. Ecco l’analisi del condottiero del gruppo sopracenerino, il quale dovrà rimanere sempre «sul pezzo» per raggiungere gli obiettivi prefissati:

«I ragazzi hanno interpretato la partita con grande determinazione e sono felice che i loro sforzi siano stati premiati contro una squadra che, malgrado una tecnica non eccelsa ha mostrato centimetri, muscoli e tantissimo agonismo. Sapevamo che queste partite si vincono sbagliando il meno possibile, sfruttando al tempo stesso errori eventuali altrui, e così è stato. Abbiamo cambiato qualcosa a livello tattico nel voler aggredire l’avversario in una certa zona di campo e l’interpretazione della squadra ha portato il risultato che tutti volevamo. Questi tre punti devono comunque renderci coscienti e farci capire ancora di più che bisogna sempre restare con grande attenzione nel gioco. Il Sursee è una squadra che può sì non impressionare a livello tecnico, ma la foga e la voglia di andare a riprendere il doppio svantaggio fa in modo di non avere mai la certezza di essere in pieno controllo della partita, malgrado nella ripresa Martinoli non sia stato praticamente mai impegnato. Per questo motivo sono soddisfatto della prova dei ragazzi, che hanno tenuto la concentrazione altissima per tutti i 90 minuti. L’importante ora è continuare a lavorare con serietà in settimana e ridurre i tempi delle giocate in uscita sotto pressione, questo è un aspetto che dobbiamo assolutamente migliorare».