Impegnato sul sintetico di casa, il Lugano Under 21 torna al successo, rimontando con pieno merito il Bazenheid. Le reti di Facchin, Tarasco e Piazza regalano una vittoria giunta in nove uomini per via di due espulsioni alquanto discutibili

I giovani bianconeri hanno estrema voglia di riscatto e lo si nota immediatamente, con un approccio alla gara propositivo e territorialmente dominante. Le prime chance per aprire le marcature capitano tra il 5′ e il 9′. Sulla prima, Cocimano viene sgambettato sui venti metri; la punizione da lui stesso tirata viene respinta da un braccio del difensore sangallese, senza che l’arbitro batta però ciglio. Sulla seconda, un interessante scambio tra Villa e Guidotti porta alla conclusione quest’ultimo; il portiere ospite respinge in corner. Ancora il numero 14 ci prova, direttamente su punizione da posizione assai defilata. Il suo mancino è potente e prende una bella traiettoria, peccato che sia alto di poco.

Come un fulmine a ciel sereno, poi, alla prima occasione disponibile i rossoneri passano a condurre contro l’andamento del gioco. Čorić esegue una finta di corpo a cui Cocimano «abbocca», prepara il tiro e con il mancino infila il pallone appena sotto la traversa. I padroni di casa reagiscono subito e con Piazza vanno a un passo dal rimettere la contesa in parità nemmeno sessanta secondi più tardi. Il suo destro è respinto a tre metri dalla linea di porta. Al 32′, su corner di Guidotti, Tarasco salta più in alto di tutti, ma la palla non entra perché un difensore ospite si trova proprio sulla linea e ribatte miracolosamente. Cinque giri d’orologio dopo arriva il meritato pareggio: Villa viene lanciato sulla destra, crossa al centro per Argomenti, che non arriva all’impatto con la sfera, la quale prolunga la sua corsa e giunge sul destro di un liberissimo Facchin, che incrocia alla perfezione e sigla l’uno a uno. L’ultima highlight della prima frazione è una bella iniziativa di Piazza, chiusa con una parata a terra di Pantović.

La ripresa inizia nella maniera migliore per i ragazzi sottocenerini. Appena ottanta secondi sul cronometro ed ecco Tarasco che incorna potentemente un calcio d’angolo dalla sinistra. Due a uno e partita messa sui binari giusti. Al 52′ accade l’incredibile: Facchin, autore del momentaneo 1-1 e già ammonito nel primo tempo, si vede sventolare un secondo cartellino giallo per un motivo che solo l’arbitro può spiegare. Nonostante l’inferiorità numerica sono sempre i luganesi a fare la partita e a procurarsi le migliori opportunità da rete. All’ora di gioco una doppia chance capita sui piedi dei protetti di mister Cocimano, ma né il tiro dal limite di Piazza né tantomeno il tap-in di Argomenti vengono ricompensati.

Al 63′ un ottimo lavoro preparato del figlio del coach, Tomas, mette Piazza nelle condizioni di involarsi verso la porta e incrociare rasoterra per il tris casalingo. L’uomo in meno non influisce sulla prestazione dei giovani ticinesi, migliori in tutto e per tutto agli avversari provenienti dal Toggenburgo. La pressione non si abbassa e Guidotti, al minuto 66 ha due occasioni per calare il poker, ma un po’ per bravura dell’estremo difensore e un po’ per imperizia, non riesce a gonfiare la rete. A nove minuti dal termine un’altra decisione che lascia di stucco i padroni di casa: Guidotti, già ammonito, vede rosso. Proprio come nel caso di Facchin una spiegazione concreta e reale non c’è. Solamente l’arbitro conosce i motivi di tale assurda sanzione.

Nel finale, gli ospiti non propongono il previsto assalto alla ricerca del gol. Così, con la pioggia che ritorna a fare capolino dopo novanta minuti di assenza, la sfida non dice più nulla e il Lugano, malgrado la doppia inferiorità numerica, non subisce l’impeto avversario, controlla con agio e torna a conquistare con pieno merito la posta piena.

***

FC Lugano U21-FC Bazenheid 3-1 (1-1)

Reti – 27′ Alen Čorić 0-1, 37′ Ivan Facchin 1-1, 47′ Andrea Tarasco 2-1, 63′ Simone Piazza 3-1.

Ammoniti – 26′ Ivan Facchin, 51′ Matthias Rüegg, 52′ Ivan Facchin, 66′ Stefano Guidotti, 81′ Stefano Guidotti.

Espulso – 52′ Ivan Facchin (doppia ammonizione), 81′ Stefano Guidotti (doppia ammonizione).

FC Lugano U21 (4-3-3) – Emanuele Durini; Tiziano Villa, Andrea Tarasco, Leonardo Palmieri, Simone Piazza; Samuele Verdino, Stefano Guidotti, Rafael Iacovelli; Paolo Argomenti, Ivan Facchin, Tomas Cocimano. Allenatore: Fernando Cocimano.

FC Bazenheid (4-1-2-3) – Igor Pantović; Kevin Lopes, Roman Bollhalder, Dejan Baumann, Mirko Jungblut; Denis Simijonović; Sercan Salman, Alen Čorić; Roman Scandarzan, Matthias Rüegg, Ermir Selmani. Allenatore: Edgar Da Cunha.