Il big-match valido per la 23ª giornata del Gruppo 4 di Seconda Lega Interregionale viene conquistato con pieno merito dal Lugano Under 21, che supera 3-1 il Paradiso grazie a uno straordinario hat-trick di Kryeziu (che si fa parare anche un rigore, unitamente al compagno di squadra Tchaoulé), infliggendo alla capolista la prima sconfitta stagionale e accorciando le distanze in classifica (ora sono solo due i punti che separano le due squadre)

La posta in palio è talmente elevata che anche il ritmo non dà un attimo di tregua. I giovani bianconeri approcciano la partita con veemenza, provando con il pressing e il possesso palla a mettere in difficoltà la capolista. Pur non creandosi vere occasioni da rete, i ragazzi di mister Cocimano hanno inizialmente in mano il controllo della sfida.

I biancoverdi sono però sornioni e, aspettando i padroni di casa per ripartire velocemente, riescono ad arrivare alla conclusione dopo una decina di minuti di torpore con Iaconis, il cui tiro incrociato viene leggermente deviato in corner da Muci.

Il prossimo momento forte arriva al minuto 25, quando un cross dalla destra di Čalić viene spizzato da un difensore ospite. La palla giunge sui piedi di Villa, che, liberissimo, spara alto da ottima posizione. Gli ospiti replicano immediatamente, ma l’esito della conclusione di Alaimo dai venti metri è lo stesso dell’azione precedente.

Momenti di tensione verso la mezz’ora: prima un lancio in profondità in direzione di Iaconis, sul quale Muci esce a vuoto e Jalal interviene in extremis, poi un fischio dell’arbitro contestato dal Paradiso avvia un confronto faccia a faccia tra un bianconero e un biancoverde. Il tutto si risolve con un semplice richiamo verbale.

I luganesi continuano la loro manovra offensiva e con Episcopo impegnano Bernasconi, che deve distendersi su tutta la linea di porta per deviare in calcio d’angolo l’insidioso mancino del numero 20 di casa. Un giro di lancetta più tardi tocca (siamo al 36′) tocca a Jalal tentare la sorte. Il suo destro dal limite dell’area si alza di un nulla sopra la traversa.

La risposta biancoverde è tutta nella botta di Iaconis, che fa la barba al palo, quando il cronometro segna il minuto 38. I ragazzi di casa proseguono il loro cammino perpetuo e, al primo dei tre di recupero, si procurano un calcio di rigore grazie all’astuzia di Villa, che supera Peker in area, costringendo l’avversario a commettere fallo. Penalty sacrosanto a favore dei giovani bianconeri. Sul dischetto si presenta Tchaoulé, il quale, dopo un infinito momento in cui l’arbitro fatica a tenere a bada i presenti sulla linea dell’area, prova il destro piazzato alla destra di Bernasconi. Il tiro è però debole e l’estremo difensore ospite blocca con facilità (vedi foto).

Al ritorno dagli spogliatoi i ritmi non accennano a diminuire. I padroni di casa rientrano in campo consapevoli di poter riuscire a cavare il classico ragno dal buco. Tra il 48′ e il 49′ un destro di Čalić dal limite prima e un tiro a giro di Piazza poi terminano rispettivamente a lato di un’unghia e… sul palo!

La tattica del Paradiso è chiara: contenere quanto possibile la pressione bianconera e ripartire in velocità. Il Lugano Under 21 è però indemoniato e domina la ripresa senza subire alcunché in difesa. Gli enormi sforzi vengono così ripagati al 58′ quando Kryeziu sale in cielo, staccando imperiosamente di testa su un cross dalla destra di Capdevielle, per il meritatissimo vantaggio bianconero.

Cinque minuti più tardi è ancora il nazionale kosovaro a vestire i panni del protagonista, questa volta con un missile imprendibile che bacia il palo e gonfia la porta biancoverde. Due a zero e prima sconfitta della capolista che sembra materializzarsi. Ma i ragazzi di mister Lanza non intendono abdicare così in fretta e, nel giro di 300 secondi, riaprono la contesa con bomber Iaconis, che sfugge a Palmieri e supera Muci in diagonale.

Lo scoppiettante secondo tempo prosegue al 71′ con il tris bianconero. Ancora una volta il marcatore è Kryeziu, il quale si inserisce ottimamente su un cross del neo-entrato Seferaj e, con una conclusione sotto la traversa, infila il personalissimo hat-trick.

Gli ospiti accusano lo shock e, tra proteste veementi con il direttore di gara e chance che arrivano con il contagocce, si giunge agli istanti finali senza veri sussulti di rilievo, fatta eccezione per il secondo rigore per i padroni di casa, concesso per un intervento da dietro su Seferaj. Kryeziu ha l’occasione per calare il poker, ma si fa ipnotizzare da Bernasconi. Poco male però, perché il Lugano Under 21 infligge così la prima battuta d’arresto stagionale alla capolista Paradiso, riducendo il gap a due soli punti con ancora tre turni da disputare. Il Gruppo 4 di Seconda Lega Interregionale è tutt’altro che deciso!

FC Lugano Under 21-FC Paradiso 3-1 (0-0)

Stadio di Cornaredo.

Reti – 58′ Leutrim Kryeziu 1-0, 63′ Leutrim Kryeziu 2-0, 68′ Gian Luca Iaconis 2-1, 71′ Leutrin Kryeziu 3-1.

Ammoniti – 20′ Andrea Alaimo, 38′ Leonardo Rivoira, 44′ Giovanni Rosamilia, 54′ Tiziano Villa, 81′ Alexander Muci, 87′ Facundo Episcopo.

Note – 45′ +2′ rigore fallito da Jimmy Tchaoulé, 89′ rigore fallito da Leutrim Kryeziu.

FC Lugano Under 21 (4-3-3) – Alexander Muci; Facundo Capfevielle, Leonardo Rivoira, Leonardo Palmieri, Facundo Episcopo; Jahuar Jalal, Jimmy Tchaoulé, Ivan Čalić; Tiziano Villa, Leutrim Kryeziu, Simone Piazza. Allenatore: Fernando Cocimano.

FC Paradiso (3-4-3) – Gabriele Bernasconi; Giovanni Rosamilia, Niccolò Rossi, Lorenzo Loiero; Andrea Alaimo, Carmine Rocca, Luca Giunti, Rojdan Peker; Axel De Biasi, Gian Luca Iaconis, Andrea Pain. Allenatore: Andrea Lanza.