A soli tre giorni dal derby conquistato tra le mura amiche contro il Taverne (non senza uno strascico polemico), per il Mendrisio è già tempo di tornare in campo

I ragazzi guidati da mister Mattia Tami si recheranno a Rotkreuz per affrontare la co-capolista del Gruppo 4 di Seconda Lega Interregionale. Il confronto avrà luogo domani, mercoledì 16 ottobre 2019, alle ore 20:00 presso lo Sportpark della località zughese di Risch. Il big-match del turno infrasettimanale, considerato che entrambe le formazioni hanno sin qui conquistato 25 punti, deciderà chi fra ticinesi e confederati potrà avvalersi della supremazia attuale del raggruppamento del quinto livello del pallone rossocrociato.

A duellare saranno la miglior difesa (il Mendrisio con soli 8 gol subiti) e l’attacco più prolifico (il Rotkreuz con 35 reti siglate). I momò, tuttavia hanno disputato una partita in meno. E questo perché nel gruppo sono presenti 15 squadre. Come logica conseguenza, ogni turno, una di esse deve riposare. Agli svizzero-orientali non è ancora capitato, mentre ai mendrisiensi è successo recentemente.

Passando all’importanza dei novanta e più minuti che attendono Antoine Rey e compagni, occorre sottolineare che, se vorranno tornare nel Magnifico Borgo con uno o più punti, dovranno fornire una prestazione diversa da quella proposta nello scontro cantonale con il Taverne. Differente perché la partita non si giocherà solamente (come quasi sempre capita per i derby) con le emozioni, bensì anche con altre caratteristiche che il Mendrisio ha dimostrato di possedere in questa nuova realtà. L’attitudine risulterà un fattore fondamentale per riuscire ad avere successo. Per distanziarsi dai futuri avversari e per dare un segnale forte a tutti i contraenti stagionali.