Superando 3-0 il Sarnen sul sintetico di casa, il Taverne si è riscattato al meglio della sconfitta patita a Lucerna contro il Kickers, soprattutto per il fatto di essere riusciti a concretizzare quanto prodotto

Al termine della sfida abbiamo contattato il tecnico giallonero Damiano Meroni, il quale ci ha raccontato le emozioni vissute all’interno dei novanta minuti, lanciando uno sguardo alla «settimana inglese» che attende il suo gruppo.

Il duello – «È una partita che, al contrario di sabato scorso, porta tre punti in classifica. A Lucerna era stato disputato un primo tempo identico, fatto di occasioni non concretizzate e alla fine eravamo tornati a casa con una sconfitta. Oggi, per fortuna, siamo riusciti a sbloccarla già al 12′, rientrando alla pausa «solo» con il minimo degli scarti».

La sofferenza – «Per questo, in tutti noi non c’era quella consapevolezza di avere fatto un ottimo primo tempo, ma solamente una buona prima frazione, dove abbiamo sciupato diverse opportunità di andare alla pausa un poco più sereni. Si è voluto soffrire e questo è stato fatto da tutti, con grande spirito di squadra, e per questo tutti i ragazzi impiegati non si sono risparmiati. L’inizio del trittico settimanale (Sarnen/Brunnen/Novazzano) è iniziato nel migliore dei modi. Ora sta a noi fare in modo che prosegua».

Potrebbero interessarti anche queste notizie: