Una bella prestazione del Mendrisio spazza via la paura Emmenbrücke, di cui si è sentito parlare un gran bene.

Mister Tami mette in campo pressochè la formazione tipo: Cataldo, Tirelli, Tarchini, Damo, Righetti, Cosmai, Rey, Pino, Giovio, Mascazzini, Afonso.

Ma i ragazzi padroni di casa non partono benissimo, cercano di macinare gioco ma gli ospiti sono attenti e veloci nelle ripartenze e già al 5′ minuto si rendono pericolosi conquistando il pallone su un passaggio in orizzontale sbagliato dalla difesa momò, sul cui successivo passaggio porta Pacar al tiro che colpisce l’asta con la palla che esce. In questa fase il Mendrisio crea gioco ma non si rende pericoloso, all’11’ gli ospiti reclamano un rigore per un fallo sospetto in area che il direttore di gara non concede. Finalmente, un minuto dopo, i padroni di casa conquistano palla sui 25 metri con Giovio che entra in area ma il suo tiro non esce nemmeno dal fondo.

Dopo questa azione il Mendrisio ci crede e inizia a premere con più veemenza, ed è cosi che al 16′ su lancio di Tarchini, Pino entra in area sulla destra e segna con un tiro che sorvola il portiere. Un minuto dopo è la volta di Afonso a tu per tu con il portiere, tira ma l’estremo difensore riesce a deviare quanto basta per evitare il raddoppio. Al 23′ si vedono gli ospiti nell’area del Mendrisio ma il tiro di Pacar va sul fondo alla sinistra di Cataldo, rispondono i ragazzi di Tami dopo un minuto con un tiro a scendere di Mascazzini molto pericoloso, il portiere Jasarevic riesce a parare nonostante una scivolata.

I padroni di casa aumentano la presenza in attacco e raddoppiano al 28′ con Afonso, che di forza ruba in corsa la palla ad un’avversario, entra in area, dribbla il portiere in uscita e insacca, meritato 2-0. Gli ospiti non demordono e vogliono accorciare le distanze, ancora Pacar per tre volte ci prova, al 34′ con un tiro non troppo violento che Cataldo para a terra facilmente, al 41′ con un tiro al lato e al 47′ con un altro tiro anch’esso parato da Cataldo, cosi termina il primo tempo, 2-0.

La ripresa inizia come è finito la prima parte, con gli ospiti che cercano di recuperare, questa volta ci prova Pereira al 50′ con un tiro al limite dell’area ma Cataldo para a terra, risponde dalla parte opposta Mascazzini appena dentro in area sulla destra ma il portiere Jasarevic riesce a parare in presa. Il Mendrisio inizia a riprendersi e Righetti colpisce un’asta al 60′, nella successiva azione Afonso spreca una grande occasione ancora a tu per tu con il portiere, lo dribbla ma si porta troppo sull’esterno e sbilanciato tira alto. Al 75′ Cataldo esprime il meglio di sè parando un tiro ravvicinato e sul seguente calcio d’angolo Saliu non riesce al colpire di testa perfettamente e manda a lato.

Al 76′ ancora Afonso recupera una bella palla con il portiere avversario fuori porta, cerca un pallonetto ma calcia troppo alto, si ripete 3 minuti dopo sprecando un’altra rete tirando addosso al portiere da ottima posizione. Gli ospiti provano un’arrembaggio che comunque non li portano ad essere molto pericolosi, ed il Mendrisio intasca altri 3 preziosissimi punti per il proprio cammino.

Il Mendrisio ha espresso un bel gioco, per quasi tutto il primo tempo e buona parte del secondo, Damo, Tarchini, Righetti e Tirelli fanno buona guardia, non sempre supportati perfettamente in fase di transazione negativa da Cosmai e Rey, i due punti di riferimento per il centrocampo, che comunque in fase di costruzione cercano il passaggio tra le linee e si fanno trovare pronti. In ottima giornata anche Afonso, è partito in sordina sbagliando qualche passaggio ma è cresciuto molto, purtroppo ha sprecato almeno 3 occasioni lampanti per segnare.

Gli ospiti si sono rivelati un buona squadra, ma quando il Mendrisio ha espresso il suo miglior gioco sono andati in difficoltà, con qualche errore difensivo di troppo.

Mendrisio a punteggio pieno a 6 punti, ora mister Tami preparerà la squadra per la trasferta ad Hergiswil domenica 25 agosto.