CADEMPINO – Risultato dei rimpianti quello che ha unito le frustrazioni di Vedeggio e Castello. La squadra di Piero Mazzucotelli ha visto sfumare durante il quarto minuto di recupero la prima vittoria interna stagionale, ma il Castello di Omar Copelli può a sua volta rimpiangere l’ennesima partita giocata meglio del proprio avversario senza essere riuscita ad averne ragione.

Parecchie le assenze da una parte e dall’altra e dopo una buona mezz’ora di sostanziale equilibrio, i blaugrana sbloccano il risultato proprio nel momento migliore degli ospiti sfruttando un errore di posizionamento della difesa avversaria per battere Cutrone allo scadere del primo tempo.

Nella ripresa il Vedeggio si limita a difendere il risultato concedendo agli ospiti una serie di ottime opportunità per portarsi in parità. La più ghiotta è sui piedi di Matteo Arnaboldi che dal dischetto (fallo di mano di Zambetti) si fa neutralizzare la conclusione da Capelletti: il portiere numero 25 si era già reso protagonista di almeno altri tre interventi determinanti. Il terzo rigore stagionale fallito non abbatte il Castello che torna ad attaccare con grande tranquillità e sempre grazie ad un buon gioco di squadra. Quando Capelletti sembra pronto a festeggiare il primo clean sheet stagionale ed i tifosi del Vedeggio la prima vittoria interna ecco il goal del pareggio che Daniele Pirovano realizza a tempo abbondantemente scaduto.

Entrambe le squadre muovono la classifica ed in fondo, grazie alla buona prestazione, il Castello può ritenersi meno scontento del proprio avversario non solo per aver riacciuffato un risultato utile allo scadere. La classifica resta corta sia nella prima metà che nella seconda grazie anche allo scivolone interno del Gambarogno e ai tre pareggi di Cadempino, Morbio e Losone. Soltanto sette reti realizzate nelle cinque partite del pomeriggio.

Foto CHalcio.com : Andrea Capelletti (Vedeggio Calcio)