Due promozioni consecutive con l’Agno, poi a giugno la separazione: solo bei ricordi con i biancorossi, alcune proposte importanti per tornare subito ad allenare, ma la decisione di prendersi una pausa (piccola) per godersi di più moglie e famiglia

Due promozioni consecutive per mister Peverelli, dalla Quinta alla Terza Lega, che posso sembrare scontate ma non lo sono affatto. Non lo sono perché anche se hai in mano uno “squadrone” devi comunque saper farlo funzionare, gestire tutte le sue dinamiche, dargli un anima, una fisionomia e una personalità affinché tutti rendano al massimo e siano contenti. E poi c’è il campo: semplice dire vincono facile perché guarda lì che giocatori, ma la partita è un’altra realtà, quando ci si scontra con il concreto è diverso, soprattutto se sei quello “antipatico” da battere a tutti i costi. Mister Marco Peverelli ci è riuscito e due anni bellissimi (e vincenti) non glieli toglierà più nessuno, anche se oggi non è più sulla panchina biancorossa.

CHALCIO: Ciao Mister, come stai? Raccontami cos’è successo e cosa stai facendo adesso?

Marco Peverelli: «Sto benone, in questo preciso momento mi sto godendo le vacanze. Certo, un po’ mi dispiace non essere più all’Agno, con i ragazzi si era creato un rapporto bellissimo, tanti volevano che rimanessi. Anche con la dirigenza mi sono trovato molto bene, sia con il responsabile della gestione sportiva Sacha Cattelan (che è anche stato un mio giocatore) sia con Manuel Docourt (gestione tecnica), con i quali ho lavorato davvero bene. Ma poi la società ha fatto scelte diverse, che vanno serenamente accettate, perché a me piace lavorare solo nella massima serenità di tutte le parti in causa».

«Che voto dare ai due anni trascorsi all’Agno? Direi 9, per i rapporti umani che si sono creati e per le vittorie sportive. Due anni stupendi, grazie anche all’aiuto del mio vice Domenico Apollonio, in cui i ragazzi mi hanno seguito e ci hanno sempre creduto: è così che insieme siamo riusciti a raggiungere traguardi importanti».

CHALCIO: Allenare ti manca?

Marco Peverelli: «Onestamente sì. Allenare mi piace molto. Mi piace stare con i ragazzi e vivere allenamenti e partite. Però adesso sono ugualmente contento. Dopo due anni molto intensi avevo voglia di tornare a dedicare il giusto tempo ai miei affetti, stare di più con mia moglie e con la mia famiglia. Tuttavia, non sono totalmente in pausa: mi ha chiamato il presidente Santaniello del Breganzona per aiutarlo con gli Allievi C. Ho accettato. A livello giovanile ho già allenato sia nel Lugano che nel Rapid Lugano. Il girone autunnale lo farò con gli Allievi del Breganzona, poi vedremo se a gennaio arriverà la chiamata di qualche prima squadra. In questi mesi ho rifiutato alcune proposte perché davvero ho bisogno di ricaricarmi, ma se a gennaio ci saranno delle possibilità serie credo che le valuterò con entusiasmo».

CHALCIO: Agno in Terza Lega, a chi e che cosa dovrà stare attento?

Marco Peverelli: «Credo che l’antagonista principale dell’Agno sarà il Collina d’Oro. Il Collina era già un’ottima squadra e si è ulteriormente rinforzato. Ha preso dei giocatori molto forti, alcuni dei quali li ho allenato a livello giovanile. Poi hanno un preparatore, Francesco Selmoni, con il quale ho anche giocato insieme, che è davvero molto bravo. Starei inoltre attento al Rancate e al Melide, che ha una coppia d’attacco di primissimo piano. Se fossi rimasto all’Agno avrei curato in modo particolare la fase difensiva, per poi colpire sfruttando la velocità e la qualità dei suoi giocatori. La Terza Lega nasconde naturalmente delle insidie maggiori rispetto alle categorie inferiori, ci sono giocatori di maggior qualità, magari che hanno rinunciato a giocare in Seconda per avere più tempo da dedicare al lavoro e alla famiglia: giocatori che sanno colpirti alla prima distrazione».

MERCATO AGNO

ARRIVI: Alef Casnici (difensore) dal Malcantone, Alessio Bottani (centrocampista) dal Bellinzona, Francesco Scotto (difensore) dal Malcantone, Gastone Bottini (centrocampista) dal Rapid Lugano, Fabio Dolci (difensore) dal Vedeggio, Alessio Zullo (portiere) dal Tre Valli, Yohan Viola (attaccante) dal Sementina, Ernest Makaj (difensore) dal Lusiadas.

PARTENZE: Stefano Bonanno (difensore) al Cademario, Marco Baroni (difensore) al Cademario, Joice Ruberto (difensore) al Cademario, Davide Cantarella (portiere) al Tre Valli, Federico Peverelli (difensore) svincolato.

PREPARAZIONE, AMICHEVOLI E CAMPIONATO

Inizio preparazione: lunedì 22 luglio. Amichevoli: Pura-Agno 1-6, Agno-Insubrica 6-1. Campionato (1ª giornata): Comano, mercoledì 28 agosto.

CAMPIONATO 2019/2002 – SECONDA LEGA – 1ª GIORNATA

Mercoledì 28 agosto

20:30 Cademario – Castello

20:30 Morbio – Rapid Lugano 1

20:30 Ascona – Arbedo

20:30 Balerna – Malcantone

20:30 Minusio – Vedeggio

20:30 Sementina – Vallemaggia

20:30 Cadenazzo – Coldrerio

I GIRONI – TERZA LEGA 2019/2020

GRUPPO 1: Agno, Carassesi, Collina d’Oro, Comano, Insubrica, Ligornetto, Lusiadas, Maroggia, Melide, Monteceneri, Rancate, Riva, Taverne, Vacallo.

GRUPPO 2: Azzurri, Blenio, Gordola, Losone, Moesa, Monte Carasso, Pro Daro, Ravecchia, Riarena, Sant’Antonino, Semine, Solduno, Tenero Contra, Verscio.