Il Maroggia si fa rimontare ma ottiene i tre punti nei minuti conclusivi della gara con la rete di Sehic. Un match a dir poco pazzesco che ha tenuto gli spettatori del “Comunale” di Chiasso col fiato sospeso per tutta la gara. Di seguito le fasi salienti della partita.

Primo tempo: al settimo, uscita “kamikaze” terminata a buon fine di Ventimiglia, numero 1 del Maroggia, che spazza su un filtrante che poteva diventare pericoloso. Al nono, l’Insubrica impensierisce di nuovo il Maroggia con Tolone. La squadra di casa allora sembra svegliarsi improvvisamente: Castellaneta brucia il suo diretto marcatore e serve Sehic, il quale va vicinissimo al gol e solo un super intervento del portiere ospite Fusella mantiene il risultato a reti inviolate. Al ventunesimo, l’ex attaccante camerunense del Balerna Maki fa tutto lui e, dribblata mezza difesa del Maroggia, tenta un tiro potente dalla distanza che, a causa di una deviazione, colpisce la parte bassa della traversa. Al ventisettesimo, il Maroggia mette a segno il gol del vantaggio grazie al penalty realizzato da Sehic. Il rigore netto è stato fischiato per un evidente spintone da dietro al centro dell’area di rigore a palla ormai lontana. Giunti al quarantesimo, Castellaneta sfiora il raddoppio per il Maroggia: l’attaccante esterno vela la palla per Sehic che, di prima, gliela restituisce mettendolo dinnanzi al portiere, ma la sua conclusione è troppo debole e Fusella non si fa beffare. La sfida è equlibratissima e l’ultima occasione arriva all’ultimo respiro del primo tempo con il miracolo di Ventimiglia, il quale para il tiro ravvicinato dell’ala destra Ferrari dell’Insubrica.

Secondo tempo: al cinquantacinquesimo il tandem d’attacco del Maroggia funziona a meraviglia: Castellaneta se ne va in fascia e crossa preciso per Sehic, che con la sua statura sovrasta i difensori della squadra ospite e di testa sigla il raddoppio. Al sessantasettesimo, Miglietta neoentrato tra le file degli ospiti accorcia le distanze. Al sessantottesimo, marcato il gol, la squadra ospite si fa trovare totalmente sbilanciata e i gialloneri ne approfittano sviluppando un’ottima azione corale, capitalizzata con la terza rete di Giansante. Questa rete arriva come una doccia fredda per la formazione di Palombella che appena un minuto prima aveva ritrovato le speranze. Al settantasettesimo, grazie ad un pasticcio difensivo della retroguardia maroggiese, Maki accorcia facendo il 3-2 e scalda le speranze del l’Insubrica. Al minuto ottanta arriva il gol che sancisce la rimonta degli ospiti, con il tapi-vincente di Miglietta, che sigla la sua personale doppietta. La partita non smette di regalare sorprese: all’ ottantasettesimo, Brun prova un coraggioso tiro da centrocampo. Il tentativo si stampa sulla traversa ma sulla respinta c’è il rapace Sehic che ribadisce in porta per il rocambolesco 4-3.

Il Maroggia di Del Villano torna alla Vittoria dopo la sconfitta subita per mano dell’Agno e può cercare continuità di risultati affrontando settimana prossima il Taverne. Nonostante il KO, l’Insubrica ha comunque dimostrato una grande forza psicologica rimontando due reti; nel prossimo turno cercherà di tornare alla vittoria sfidando il Riva sul proprio campo.