Lusitanos: statistiche, curiosità, marcatori, amichevoli, mercato e tutto (o quasi) quello che c’è da sapere sulla squadra del neo tecnico Alfonso Campagnuolo

Lusitanos focosi? Forse si, qualche volta troppo, ma nel 2019 sarà tutta un’altra musica. Finito il girone di andata con un poco confortate ultimo posto, il direttore sportivo Eduardo Da Costa ha rivoltato la squadra come un calzino. Durante tutta la pausa invernale Da Costa ha lavorato instancabilmente, con passione, fatica ed entusiasmo per ricostruire, sistemare, migliorare.

Grazie al suo lavoro e al suo impegno è riuscito a portare sulla panchina dei Lusitanos mister Alfonso Campagnuolo, dopo che questi al termine del girone di andata aveva deciso in comune accordo con la società di lasciare dell’Intraga, squadra che incontrerà da avversario nel ritorno perché nello stesso girone dei giallorossi.

«All’Intragna ho passato cinque anni bellissimi – racconta Alfonso Campagnuolo – in cui abbiamo vissuto un po’ di tutto: dalla retrocessione in Quinta Lega nella stagione 2013/2014 quando la Federazione aveva deciso quella stupidaggine di far retrocedere 6 squadre, alla ritorno in Quarta Lega nel 2016/2017 con un campionato record di 18 vittorie in 18 partite, fino alla Terza Lega sfiorata l’anno scorso con un 4° posto a sole quattro lunghezze da un clamoroso doppio salto in avanti».

«Quest’anno devo ammettere che mi aspettavo di più dal girone di andata – continua Campagnuolo – ma forse dopo tanto tempo si era rotto qualcosa con i ragazzi, come è naturale che possa accadere. Così, di comune accordo con il presidente Gamboni, abbiamo deciso di separarci. Ringrazio comunque l’Intragna per i 5 anni bellissimi che abbiamo passato insieme, dove credo anche io di aver lasciato qualcosa».

Poi è arrivata la chiamata dai Lusitanos: «Io sinceramente volevo stare fermo un po’, per ricaricare le batterie, godermi qualche domenica tranquilla. Ma invece mi ha chiamato il ds Eduardo Da Costa, con cui ci conosciamo da una vita perché siamo entrambi di Brissago, spiegandomi che avevano bisogno di un allenatore, chiedendomi se potevo dare una mano».

«Sono una persona sincera e schietta – prosegue il neo allenatore dei Lusitanos – quindi gli ho subito detto che avrei accettato solo a certe condizioni, perché per me (come credo per tutti gli allenatori) è molto importante che nel calcio, oltre a passione e divertimento, ci sia anche impegno, serietà e la giusta disciplina. Nel calcio regionale ci conosciamo quasi tutti, e sappiamo quali sono quei giocatori che possono con il loro comportamento destabilizzare un intero spogliatoio, io nel mio spogliatoio certi giocatori non li voglio. Per me è molto importante il rispetto reciproco. Andare in giro per il Ticino a fare brutte figure non fa per me. Inoltre, credo che la presenza agli allenamenti sia fondamentale, così prima di accettare ho parlato con tutti i ragazzi: ho spiegato quali sarebbero state le regole, che in quell’ora e mezza di allenamento si sarebbe dovuto pensare solo al calcio giocato, senza altre stupidate. Tutti mi sono sembrati molto disponibili e contenti, quindi eccomi qui sulla panchina dei Lusitanos».

E oggi, dopo quasi un mese e mezzo di preparazione, a che punto sono i giallorossi? «Anche se non abbiamo giocato nessuna amichevole, la preparazione sta andando bene: i ragazzi si stanno impegnando molto, la presenza è sempre tanta, sono contento. Poi io personalmente adoro le sfide. Pensare di poter raggiungere la salvezza dopo un’andata così difficile è per me un grande stimolo, e deve esserlo anche per i giocatori. Tutto procede bene. Il potenziale c’è, forse la cosa più difficile è attenuare gli slanci più focosi, imparare a incanalare la “rabbia sportiva” in stimoli postivi e non distruttivi. Il nostro obiettivo è imparare a lavorare tutti insieme per il bene della squadra, non per le esigenze del singolo. Siamo ultimi in classifica ma non mi preoccupa, noi dobbiamo pensare a una partita per volta, a fine anno tireremo le somme».

LUSITANOS (12° posto >> 1 vittoria, 1 pareggio, 9 sconfitte)

Serie positiva: 1 partita senza sconfitte (1 vittoria).

Miglior vittoria: Brissago-Lusitanos 0-1.

Peggior sconfitta: Lema-Lusitanos 9-1 forfait.

Inizio preparazione: lunedì 28 gennaio.

Prima giornata di ritorno: Lusitanos-Leventina (domenica 17 marzo, ore 15).

Coppa Ticino (eliminati nel Girone preliminare): Leventina-Lusitanos 3-1.

CLASSIFICA QUARTA LEGA – GRUPPO 2

PTGVNPPPGFGS
Azzurri31111010-33325
Comano2611821-292814
Sant’Antonino2311722-283219
Lema2011623-494230
Rorè1911614-462115
Verzaschesi1611515-291916
Intragna1511434-392017
Someo1411353-322115
Drina Iragna811227-231729
Brissago611209-151336
Leventina511128-211232
Lusitanos411119-70837

METTI "MI PIACE"
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

3L-2:un derby è un derby, la classifica non conta,... Pronta reazione dei GC Carassesi nel derby contro l'US Monte Carasso dopo la sconfitta con il Gordola. In una partita molto tirata la squadra di Co...
4L-1: Agno strada spianata, Sacha Cattelan “grande... Dal sito internet dell'FC Agno Il Bioggio ha giocato alla pari, ma un’invenzione di Casolini per Gaspar ha deciso la gara, nei biancoviola è pro...
Chiasso, dopo soli 6 mesi Batista saluta e vola in... Facundo Batista - © Twitter AA Ponte Preta In questo girone di ritorno, il Chiasso e mister Andrea  Manzo non potranno contare sull'apporto offens...
5L, sintesi della 1ª di ritorno: allo Stabio il bi... Segnali di risveglio per Villa Luganese e Pedemonte, il Rapid Bironico è ancora vivo, Moderna e Portoghesi Ticino non si danno per vinti GRUPPO 1...
4L, sintesi della 1ª di ritorno: Agno è fatta? Il ... Azzurra e Comano rallentano, il Sant’Antonino sale minaccioso, la cura Campagnuolo sembra aver rivitalizzato i Lusitanos GRUPPO 1 L’Agno vince 1...
3L, sintesi della 2ª di ritorno: Malcantone cinico... Tenero Contra e Semine in rampa di lancio, il Sementina è una macchina perfetta, rialzano la testa i Carassesi GRUPPO 1 Grazie a un gol spettaco...
2L: ancora Gambarogno-Arbedo, ancora 1-0 per i rag... I locali nella gara odierna si trovano nuovamente di fronte dopo l’ottavo di Coppa l’Arbedo che arriva a Magadino agguerrito e in cerca di riscatto....
2L, sintesi della 2ª di ritorno: Balerna e Vallema... Torna al successo il Morbio che, complice la vittoria dell’Ascona, fa scivolare in zona retrocessione il Losone. Continua la risalita del Minusio ...
2L: il Balerna vince il derby e continua a sognare Succede tutto o quasi nella ripresa, una doppietta di Muadianvita stende 2-1 un buon Castello. Oggi pomeriggio sul terreno di Stabio è andato in ...
3L-1: Maroggia trascinato da Sehic e Castellaneta,... Scatto salvezza per la squadra di Del Villano, giornata nera per il Monteceneri in partita solo per un tempo Allungo salvezza per il Maroggia che...