Dopo anni gloriosi in Seconda Lega e Seconda Interregionale, il Malcantone sta vivendo la sua prima stagione in Terza. Campionato e Coppa Ticino, la squadra è in corsa per vincere entrambe le competizioni

Dopo quasi vent’anni tra Seconda Lega e Seconda Interregionale, quest’anno il Malcantone è ripartito dalla Terza Lega, conseguenza di una stagione (quella passata) nata storta e finita peggio, con un’amara retrocessione. Dalla sua nascita (era la stagione 1999/2000) sino ad oggi il Malcantone ha sempre potuto contare su una grande figura: Roberto “Cio” Monti, persona appassionata e instancabile, che prima come direttore sportivo e poi da presidente (dal 2005) ha vissuto insieme ai rossoblù tante gioie e qualche delusione.

CHALCIO: Presidente buongiorno, facciamo un bilancio, il suo Malcantone e la Terza Lega?

Roberto “Cio” Monti: «Sono abbastanza contento della classifica e di come si è comportata la squadra. Nel girone di andata abbiamo sbagliato un’unica partita, quella contro il Melide (sconfitta per 3-0). Abbiamo buttato via in modo stupido tre punti esclusivamente per colpa nostra. Non mi è piaciuto l’approccio alla partita e credo che la squadra in campo non fosse la migliore per affrontare un avversario difficile come il Melide, il nostro centrocampo era troppo leggero, la difesa ha sbagliato tanto, e davanti abbiamo fatto un solo tiro in porta. Invece, nell’altra sconfitta incassata nel girone di andata (1-0 in casa del Rancate, ndr), c’è stata un po’ sfortunata. Credo che non meritassimo di perdere, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto: abbiamo subito gol complice un’indecisione del portiere, un errore che nel calcio può capitare, poi però c’è stata una bella reazione ma purtroppo non siamo riusciti a segnare».

«Vorrei però aggiungere un’altra cosa: sono molto deluso dal livello generale piuttosto basso della Terza Lega. Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più da parte di tutte le squadre, invece soltanto le prime della classifica esprimono un buon calcio. Ho visto bene il Collina d’Oro, il Melide, il Coldrerio e il Rancate, le altre squadre faticano parecchio».

CHALCIO: Torniamo sul Malcantone, pregi e difetti (se ci sono) di squadra e allenatore?

Cio: «Mister Copelli è davvero molto bravo con i giovani, è un grande formatore, che insegna e spiega bene come bisogna giocare a calcio. Se però devo trovargli un difetto, anche lui deve ancora crescere nella lettura delle partite: saper leggere una partita è la cosa più difficile che possa fare un allenatore, in pochissimi lo sanno fare davvero bene. Personalmente in 53 anni da dirigente l’ho visto fare al massimo a due, forse tre, allenatori»

«Per quanto riguarda la squadra, sono molto orgoglioso dei nostri giovani, stanno crescendo tanto anche grazie all’ottimo lavoro del mister. I giovani sono la nostra speranza, con loro stiamo cercando di costruire il Malcantone del futuro. Senza fare un torto a nessuno vorrei citare quattro nostri ragazzi che per me sono davvero eccezionali: Davide Viganò (classe 2000), Danilo Tino (2000), Gianluca Lemma (1999) e Marius Stan (1999)».

CHALCIO: Dove può arrivare il Malcantone?

Cio: «Nel girone di ritorno mi aspetto un ulteriore crescita e che la squadra possa restare nelle primissime posizioni della classifica fino alla fine. Attenzione, non ho detto che dobbiamo vincere per forza il campionato. Vincere sarà difficilissimo, anche perché credo che il Collina d’Oro non se lo lascerà scappare. Sarebbe poi molto bello andare avanti in Coppa Ticino, e magari confermarsi: l’anno scorso è stato surreale, abbiamo vinto la Coppa (con un pizzico di fortuna) ma in campionato siamo arrivati ultimi e siamo stati retrocessi».

CHALCIO: E lei Presidente, quali sono i suoi progetti?

Cio: «È 53 anni che faccio il dirigente. Ho iniziato giovanissimo nel comitato Magliaso, poi gli anni in Prima Lega con il Tresa e infine nel 1999 ho fondato il Malcantone con cui abbiamo disputato ben otto stagioni in Seconda Lega Interregionale. L’anno scorso è arrivata la delusione della retrocessione in Terza Lega, che non avevo mai fatto. Ho 68 anni e sinceramente sono un po’ stanco. Ho vissuto intensamente il calcio reginale: al Malcantone ho dato tanto ma allo stesso tempo ho ricevuto tantissime soddisfazioni. Gli anni più belli in assoluto sono stati quelli con Andrea Conti, il figlio di Bruno Conti della Roma, che è stato prima un nostro giocatore e poi un grande allenatore. Basta, questa sarà la mia ultima stagione, è già tutto deciso: il 30 giugno lascerò la presidenza. Continuerò a seguire la squadra da tifoso, anche perché abito a 500 metri dal centro sportivo e il Malcantone è una mia creatura, ma non ne sarò più il presidente. Il nuovo presidente sarà Ivo Saccomanno, mentre la prima squadra (come nell’attuale stagione) sarà totalmente gestita dal nostro direttore sportivo Virginio Prisco».

CLASSIFICA TERZA LEGA – GRUPPO 1

PTGVNPPPGFGS
Collina d’Oro34131111-293410
Malcantone31131012-234111
Coldrerio31131012-234015
Melide2813913-294721
Rancate2213715-472717
Lusiadas1913544-352523
Insubrica1813535-392229
Riva1513436-282938
Taverne1513436-371831
Vacallo1413427-262128
Maroggia1413355-332126
Pura1113328-292028
Monteceneri6132011-411236
Breganzona1130112-651660

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L mercato: due acquisti per il Coldrerio di miste...   Claudio Orelli e Davide Pellegrini sono i primi due rinforzi per il Coldrerio targato Seconda Lega, in uscita invece bomber Spagnuolo e il...
3L-2: Solduno, la scoperta Alessandro Meschiari e ...   Buona stagione per il Solduno, ma che peccato aver staccato la spina nel ritorno, “colpa” soprattutto della Pro Daro di mister Fausto Scia...
4L-2 mercato: Intragna, ecco mister Marco Akai, co...   L’Intragna cambia ancora allenatore, dopo Alfonso Campagnuolo e Francesco Fornera, il prossimo anno i biancoblu saranno guidati da Marco A...
3L mercato: il neopromosso Comano abbraccia il dif...   Dotti lascia il Riva di Lippmann per iniziare una nuova avventura calcistica con il Comano, promosso in Terza Lega grazie al secondo posto...
2L: Vallemaggia, il ds Cavalli “bilancio positivo,...   Salvezza in anticipo per il Vallemaggia, peccato però per un girone di ritorno sottotono. La filosofia della società è valorizzare i giova...
2L: Castello, il ritorno di Patrik Induni   Grande e gradito ritorno al calcio giocato di Patrik Induni al Castello 2019/2020. Dopo i tempi degli allievi del Chiasso di Brancaleone ...
2L mercato: Minusio, Kazik Nicolò è il nuovo allen...   Mister Nicolò “Sono davvero felice ed entusiasta della chiamata e di poter allenare il Minusio, una grande società, vogliamo iniziare un n...
5L-3 mercato: l’Audax Gudo dà il benvenuto a Tomma...   Mister Lerose “non posso ancora sbilanciarmi, ma stiamo cercando di fare un buon mercato. Un grandissimo grazie alla nostra bandiera stori...
3L-1: Vacallo, arriva la conferma del club, Marco ...   Dopo l’addio di mister Matteo Zappella, il club del presidente Andrea Crivelli ha scelto Marco Ramon per guidare la prima squadra di Terza...
2L mercato: linea verde Balerna, tre nuovi arrivi ...   Mister Pichierri (confermato) saluta tre pedine di valore (Martinazzo, Maki e Muadianvita) ed abbraccia tre giovani di qualità Prime novi...