Tante assenze per infortunio e una classifica che non può lasciare tranquilli, ma anche grandi prestazioni come il pareggio contro la capolista Sementina e una finale da conquistare

Ricomincia presto il Moesa, niente può essere lasciato al caso, domani la squadra di mister Jeremy Pfisterer (confermato) si ritroverà nella palestra di Lostallo per iniziare la preparazione invernale in vista del girone di ritorno. Per il momento non ci sono novità in rosa, è lo stesso allenatore bianconero a confermarlo: «Nessuna partenza e nessuno arrivo, siamo rimasti gli stessi dell’andata, è difficile portare qualcuno a giocare a Lostallo (piccolo comune a metà strada tra Bellinzona e San Bernardino, ndr)». La prima amichevole sarà invece a Canobbio, a circa 50 km (giusto per dare un’idea della passione che muove i ragazzi del Moesa a fare calcio), in programma martedì 12 febbraio.

Nel girone di andata le cose non sono andate benissimo, con il Moesa spesso costretto ad alzare bandiera bianca (7 sconfitte), anche se a parziale giustificazione ci sono state le tante assenze per infortunio con cui la squadra e l’allenatore hanno dovuto fare i conti. Il quartultimo posto in classifica, con soli due punti di vantaggio dalla zona retrocessione, è un avviso piuttosto chiaro: bisognerà disputare un gran girone di ritorno e dare tutto sino alla fine per ottenere la salvezza.

Ma attenzione: riconoscere le difficoltà che il Moesa ha incontrato nella prima metà della stagione, non significa affatto che la squadra sia in crisi. Tutt’altro. I ragazzi di Pfisterer hanno infatti anche dimostrato di potersela giocare alla pari contro qualsiasi avversario, lo sa bene ad esempio la capolista Sementina che ha vinto tutte le partite del girone di andata tranne quella di Lostallo, in cui si è dovuta accontentare di un 1-1. Non è finita, il Moesa è riuscito a imporsi 2-0 sul Gordola (in lotta per il secondo posto) e dato battaglia contro quasi tutte le squadre incontrate, senza dimenticare che i bianconeri sono ancora in corsa per la Bündner Cup: mercoledì 13 marzo sfideranno in semifinale il Thusis Cazis (squadra di Terza Lega).

Per la squadra di Pfisterer il campionato riprenderà sabato 9 marzo in casa del Verscio e poi domenica 17 ci sarà il Blenio, sempre in trasferta: due partite importantissime, contro due squadre che in classifica precedono i bianconeri di soli pochi punti. Due vittorie sarebbero il modo migliore per ricominciare l’anno e tornare a guardare la classifica con maggior serenità.

MOESA (10° posto >> 3 vittorie, 3 pareggi, 7 sconfitte)

Serie positiva: 3 partite senza sconfitte (3 pareggi).

Miglior vittoria: Moesa-Verscio 3-0.

Peggior sconfitta: Claro-Moesa 5-1.

Migliori marcatori: Ron Cereghetti 8 reti, Nicola Decristophoris 5 reti.

Inizio preparazione: martedì 15 gennaio (palestra Lostallo).

Amichevoli

  • Canobbio-Moesa (12 febbraio, Canobbio)
  • Moesa-Sant’Antonino (15 febbraio, Tenero)
  • Lusiadas-Moesa (19 febbraio, Sonvico)
  • Moesa-Azzurri (26 febbraio, Lostallo)

Prima giornata di ritorno: Verscio-Moesa (sabato 9 marzo, ore 19.30).

Coppa Ticino (eliminato ai 16ⁱ di finale): Moesa-Solduno 0-1.

CLASSIFICA TERZA LEGA – GRUPPO 2

PTGVNPPPGFGS
Sementina37131210-15409
Ravecchia2513742-552819
Solduno2413733-722517
Tenero Contra2113634-222420
Semine2113634-432420
Gordola2113634-591714
Monte Carasso2013625-342724
Blenio1913544-432124
Verscio1413427-561822
Moesa1213337-2252232
Giubiasco1113256-351216
Claro1113328-351731
Pro Daro1013319-341730
Carassesi813229-451832