Solduno capolista in solitaria a punteggio pieno, dopo un’estate in apnea i biancoblu si stanno rifacendo con gli interessi, merito di una squadra costruita con tanti giocatori dai valori importanti

Dopo due vittorie nelle prime due giornate contro Tenero Contra (2-1 gol di Dos Santos e Traykovski) e Gordola (2-0, gol di Paskov e Ferreira), il Solduno di Samuele Demir si è ripetuto facendo ancora meglio nell’ultimo turno di campionato contro il Ravecchia: successo per 3-0 grazie alla doppietta di Kiro Paskov (capocannoniere della squadra con 3 gol) e al sigillo finale di Rui Filipe Soeiro.

«Contro il Ravecchia – racconta Samuele Demir, allenatore del Solduno – mi è piaciuto come i ragazzi sono entrati in partita e l’approccio che hanno avuto alla gara. Ma non solo. Per tutti i 90’ hanno dimostrato di saper stare bene in campo, ed inoltre sono stati bravi a cambiare ritmo nei momenti cruciali del match. Naturalmente siamo ancora all’inizio e dobbiamo migliorare diverse cose, ne cito due in particolare: la gestione del pallone in alcune situazioni ed essere più cattivi sotto porta, per finalizzare meglio le occasioni che riusciamo a costruire. Non dimentichiamoci però che di fronte avevamo il Ravecchia, una buona squadra formata da giocatori di qualità ed esperienza, che probabilmente contro di noi non è riuscita a esprimersi ai suoi massimi livelli. Ma questo è stato merito anche dei miei ragazzi».

Grande prestazione quindi per il nuovo Solduno targato Demir che, costruito in fretta e furia questa estate, sembra già essersi trasformato in una vera squadra. «Stiamo lavorando bene, ma dobbiamo ancora crescere. Contro il Ravecchia – continua l’allenatore – il migliore in campo è stato il Solduno tutto. Tutti, dal primo all’ultimo minuto, mi hanno dimostrato quanta voglia avevano di prendersi i tre punti. Tuttavia, se proprio dovessi citare qualcuno, allora dico in blocco Paskov, Dos Santos, Senjic, Milojevic e Traykovski per come si sono fatti trovare pronti nel corso della gara, quando sono stati chiamati in causa dalla panchina. E poi vorrei spendere una parola per Davide Neves, classe 2002, all’esordio stagionale con gli attivi: ha una buona tecnica di base e, nonostante l’età, è stato capace di divertirsi con personalità. A tutti loro vanno davvero i miei complimenti».

Solduno primo in classifica a punteggio pieno, 9 punti in tre partite, sette gol realizzati e uno solo subito. «Quando ho deciso di accettare la panchina del Solduno – spiega mister Demir – non pensavo minimamente a come saremmo partiti in campionato. In quel momento la nostra priorità era un’altra: reclutare nuovi giocatori vista la situazione difficile nella quale ci trovavamo. Poi però, iniziata la preparazione, con il graduale integro in rosa di una serie di giocatori che hanno dimostrato subito di avere valori umani importanti, come l’amicizia e il rispetto, in poco tempo siamo riusciti ad accelerare la prima fase di conoscenza di noi stessi e si è creato un bel rapporto tra staff tecnico, società e giocatori che penso abbia agevolato le prestazioni in campo».

«Oggi – conclude l’allenatore – pensando ai 9 punti conquistati sul campo, non posso che rinnovare i complimenti a tutta la mia squadra, alla dirigenza, ai giocatori e al mio staff perché vincere due derby e una gara contro il Ravecchia è stato davvero qualcosa di speciale. È un punto di partenza che con serenità ci permetterà, piano piano, di crescere ulteriormente, migliorare e soprattutto divertirci in allenamento. Vorrei però concludere ringraziando due persone: Marco Casari e Polfo che, chi in un modo e chi in un altro, sono determinanti anche loro per tutto l’ambiente Solduno. Grazie».

CLASSIFICA GRUPPO 2

PTGVNPPPGFGS
Solduno93300-871
Blenio73210-464
Losone73210-1371
Monte Carasso63201094
Verscio63201-287
Moesa 143111-51110
Tenero Contra43111-576
Ravecchia33102-535
Sant’Antonino33102-536
Riarena23021-424
Gordola23021-935
Semine12011048
Azzurri13012-1036
Pro Daro02002-139