Sembrava che dovesse colare a picco, invece il Solduno con l’arrivo di Samuele Demir e tanti giocatori affamati è con pieno merito leader del Gruppo 2 di Terza Lega, sono i numeri a confermarlo

Ci sono pochi dubbi che il Solduno di Samuele Demir passerà un buonissimo Natale: primo posto nel Gruppo 2 di Terza Lega e forse anche un mezzo regalo inaspettato dalla principale rivale per la promozione, il Losone, che nei giorni scorsi ha cambiato allenatore prendendosi inevitabilmente qualche rischio.

Anche l’anno scorso, alla fine del girone di andata, i biancoblu erano in pole position: 3° posto con 7 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte (25 gol realizzati e 17 subiti). Ma dodici mesi fa, davanti a tutti, c’era il Sementina che stava cannibalizzando il campionato (per poi vincerlo con sette giornate di anticipo), invece oggi davanti a tutti c’è proprio il Solduno di Demir: unica squadra imbattuta del girone, miglior difesa del torneo con appena 4 gol subiti, 10 vittorie e 2 pareggi per un totale di 32 meritatissimi punti.

Un risultato sorprendente, quello del Solduno, perché a metà luglio di questa estate, con l’improvviso addio di mister Dos Santos (passato all’Ascona) sembrava che la squadra dovesse colare a picco. Invece no. La voglia di rivalsa di tanti nuovi giocatori e la bravura di Samuele Demir hanno piano piano creato un gruppo vincente, la cui caratteristica principale (a giudicare dall’esterno) sembra essere la voglia di non arrendersi mai unità a un’eccezionale solidità, come testimoniano le tante partite vinte nei secondi tempi, magari nei minuti finali, con i risultati ancora in bilico e poi in modo sistemico girati a proprio favore, non per caso ma per volontà.

CI SENTIAMO CAMPIONI D’INVERNO

«Sono molto felice per quello che abbiamo fatto fin ora – racconta con il giusto orgoglio Samuele Demir, allenatore del Solduno – non solo per i risultati, ma anche per l’entusiasmo e per l’attitudine positiva di tutta la squadra nei primi quattro mesi vissuti insieme. Quando parlo di squadra intendo anche tutta la società e lo staff tecnico. Sono molto orgoglioso di questo Solduno, perché insieme abbiamo fatto qualcosa di speciale e unico, probabilmente impensabile quando ci siamo ritrovati al primo allenamento il 23 luglio scorso. Se ci sentiamo campioni d’inverno? La classifica dice che siamo primi, ma sappiamo che dobbiamo ancora recuperare lo scontro diretto con il Losone. Non per la classifica, ma per quanto abbiamo fatto come squadra: sì, ci sentiamo campioni d’inverno».

SIAMO LÌ, MA L’IMPORTANTE È MIGLIORARSI

«La nostra classifica rispecchia quanto di positivo abbiamo dimostrato ogni domenica – continua Demir – ma soprattutto in ogni allenamento: un gruppo di giocatori sempre presente, positivo, carico di entusiasmo, molto compatto e coeso. Abbiamo subito solo 4 gol, questo secondo me testimonia quanto la squadra sia solida e si tenga stretta. Nessuno di noi a inizio stagione si era dato come obiettivo vincere il campionato. La favorita numero uno credo che resti il Losone, anch’essa una squadra che ha dimostrato di avere una marcia i più rispetto alle altre, con giocatori importanti, costruita sin dal principio per fare un campionato di vertice. Noi adesso siamo lì, e non ci nascondiamo, però il nostro obiettivo principale resta sempre quello di migliorarci, senza particolari pressioni di dover per forza vincere il campionato. L’obiettivo è migliorarsi ancora e dare continuità».

TUTTO PERFETTO, DALLA SOCIETÀ ALLO STAFF

«Se penso alla squadra – aggiunge mister Demir – non c’è un nulla che posso recriminarle. La società è sempre stata presente e non ci ha fatto mancare nulla, i giocatori si sono impegnati moltissimo in allenamento e in partita hanno sempre lasciato tutto sul campo, ed infine il mio staff, penso a Luca, Rosen e Marco, non posso che ringraziarli perché sempre precisi, professionali e molto appassionati».

UNA PUNTA E UN CENTROCAMPISTA

«Ho in rosa 26 giocatori – conclude Samuele Demir – che nel girone di andata hanno dimostrato di poter fare molto bene. Non so se durante la pausa invernale arriverà qualche altro giocatore. Se così dovesse essere, sarebbe qualcuno che realmente potrebbe farci fare un ulteriore salto di qualità, dal punto di vista tecnico, fisico e soprattutto di esperienza al servizio del gruppo per permetterci più soluzioni, magari in alcuni momenti cruciali del girone di ritorno. Siamo orientati su una possibile punta e un centrocampista, ma al momento sono solo ipotesi e non c’è nulla di concreto».

CLASSIFICA – TERZA LEGA (GRUPPO 2)

PTGVNPPPGFGS
Solduno32121020-39244
Losone31121011-45357
Tenero Contra2112633-333224
Monte Carasso2013625-262921
Verscio2013625-382628
Gordola1713454-442626
Azzurri1612444-601617
Semine1613445-692830
Ravecchia1412354-481924
Blenio1312345-491620
Moesa 11113256-452538
Sant’Antonino1113328-461628
Riarena912237-271020
Pro Daro812228-361833

RECUPERI (13ª GIORNATA) – MERCOLEDÌ 4 MARZO

Pro Daro – Riarena (20.30 Geretta, Bellinzona)

Losone – Solduno (20.30 Saleggi, Losone)

Tenero Contra – Azzurri (20.30 Brere, Tenero)

Ravecchia – Blenio (20.30 Semine, Bellinzona)