Buon inizio di stagione poi un calo nelle ultime partite, il Taverne nel girone di ritorno potrebbe dare fastidio a tante squadre, la Terza Lega è un passaggio obbligato per chi vuole ambire a categorie superiori

Non sempre, nel girone di andata, il Taverne ha saputo esprimersi al meglio. La squadra di mister Mattia Milesi, partita bene con 13 punti conquistati nelle prime sette giornate di campionato, si è poi piano piano smarrita, tanto che nelle ultime sei gare prima della sosta è riuscita a raccogliere solo due pareggi.

«Mi aspettavo di avere qualche punto in più alla fine del girone di andata – confessa mister Milesi – Purtroppo diversi infortuni e un pizzico di sfortuna non ci hanno permesso di fare meglio. Mi vengono in mente le gare contro Pura e Maroggia, in cui abbiamo buttato via la vittoria subendo il pareggio nei minuti finali. Nel girone di ritorno mi aspetto di più dai miei ragazzi, lo dico perché so che le qualità ci sono. Starà a me e al mio vice Ignazio Gatto cercare di tirar fuori queste qualità migliorando gli allenamenti, e far crescere la squadra il più possibile».

Guardando la classifica, per il Taverne è difficile parlare sia di promozione che di salvezza, anche se a voler essere pignoli i gialloneri nell’ultima parte dell’andata hanno voltato il loro sguardo verso le zone basse: «Per il girone di ritorno – continua Milesi – abbiamo deciso di integrare la rosa con cinque o sei giocatori dei nostri Allievi A. Alcuni hanno già avuto la possibilità di allenarsi e giocare con noi nel girone di andata. Dovremo poi lavorare molto, sia a livello tecnico che tattico, per migliorare quello che non è funzionato nella prima parte di stagione. L’obiettivo, parlando con la società, è di far crescere il più possibile i nostri giovani per portarli un giorno in prima squadra (Seconda Lega Interregionale). Per quanto riguarda poi la nostra categoria, cercheremo di fare più punti possibili per ritornare nelle zone alte, non sarà semplice ma ci proveremo».

Per la crescita dei giovani, oltre al mister e alla società, un aiuto importante può arrivare anche dai compagni di squadra, dal loro esempio e dalla loro esperienza: «Tra i miei giocatori, mi piacerebbe sottolineare come ha lavorato in questa prima parte di stagione Salvatore “Zazza” Aristarco: a 33 anni non ha mai saltato un allenamento ed è sempre pronto a dare il 100% (e oltre). La sua esperienza, la serenità che mette in campo, l’impegno e la voglia che ha di giocare sono un esempio da seguire per i tanti giovani che ambiscono a giocare in categorie superiori».

Grazie mister, per concludere mi piacerebbe una sua opinione sul lotta promozione: Collina d’Oro e Malcantone favorite? Coldrerio, Melide e Rancate sono tagliate fuori? «Credo che la promozione sia una questione a due tra Collina e Malcantone. Come rosa hanno qualcosa in più rispetto a tutte le altre che seguono a pochi punti di distanza. Il Collina d’Oro avrà poi la fortuna di giocare lo scontro diretto in casa, per me lì si deciderà il campionato. Però, farei anche attenzione al Coldrerio del mio amico Fabbri: potrebbe inserirsi come outsider, del resto è già lì».

Condividi!
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
Whatsapp

Anche questi articoli potrebbero interessarti:

2L: Castello, mister Stefani “favorite Balerna, Ar...  Ancora nessuna novità di mercato per il Castello che, salutato il difensore Emanuele Nicastri (al Novazzano), attraverso il ds Davide Klei...
Allievi A2: Bioggio, mister Tisat “i ragazzi sono ... Tre vittorie in tre partite playoff, solo così il Bioggio poteva ottenere la promozione negli A1, la squadra di mister Tisat ci è riuscita Grande...
3L-1: Insubrica, il presidente Bianchi “cresceremo... A un passo dalla salvezza, l’Insubrica sembra tutto fuorché una neopromossa. Il presidente Bianchi è una persona appassionata e attenta, come un p...
5L-3: Moderna torna Olivier Crivelli, mister Imber... Locarno favorito per la promozione, ma il Moderna non si arrende: i bianconeri faranno tutto il possibile (e l’impossibile) per recuperare sette p...
4L-2: Azzurri a caccia del record dell’Arbedo, il ... Girone di andata praticamente perfetto per la squadra di mister Balazic, ma vietato distrarsi: potrebbe essere fatale Prima parte di stagione pra...
5L-2: Preonzo, mister Genazzi “al Preonzo sono in ... Alti e basi per il Preonzo nella prima parte di stagione, che belle le vittorie nei due derby contro la capolista Gnosca e la Juventus Cresciano, ...
4L-2: Intragna, il presidente Gamboni “siamo torna... L’anno scorso promozione sfiorata, quest’anno qualche difficoltà: l’Intragna è a metà classifica, con un girone tutto da giocare per ritrovare que...
4L-1: Basso Ceresio, mister Scali “stiamo iniziand... Otto punti nelle ultime cinque partite, +2 sulla zona retrocessione, il Basso Ceresio ripartirà con maggiori certezze e forse qualche novità di merc...
3L Gruppo 1: Breganzona, mister Riccio “tengo semp... L’allenatore del Breganzona non si arrende “nella mia squadra ideale mi piacerebbe avere Samuele Sousa, Mattiyas Demircan e Ricardo Machado” Diff...
5L-3: Locarno, il presidente Debernardi “mister Fr... Primi in classifica con quattro punti di vantaggio sui Portoghesi Ticino e sole 5 reti subite in dieci partite, ma la cifra che ha scaldato il cuo...