Al San Fedele di Verscio prima della partita viene osservato un doveroso minuto di silenzio per la scomparsa della mamma del presidente del FC Solduno Loris Conti.

Il derby, infarcito di ex da entrambe le parti, inizia meglio per il Solduno che nei primi 15′ minuti di gioco è assoluto padrone del campo, con il centrocampo dei gialloneri incapace di impossessarsi di un pallone grazie alle ottime trame che Belfiore e Popov riescono a tessere.

Il Solduno però non è mai veramente pericoloso e allora il Verscio si rende pericoloso con due ottime giocate di Roccuzzo sulla fascia sinistra che mette in mezzo senza però che qualche suo compagno riesca a trovare la deviazione decisiva.

I padroni di casa hanno ancora un’occasione poco dopo con il giovane Poncini che lanciato a rete viene forse fermato fallosamente ma l’arbitro lascia proseguire.

Da qui in poi è sicuramente il Solduno a farsi preferire con diverse occasioni; la più nitida è per Calogero che si invola in area servito con un passaggio millimetrico da un compagno ma che si fa ipnotizzare da Manev che con la manona aperta butta in calcio d’angolo.

Dopo un altro paio di occasioni per i biancoblù di mister Rossini si chiude il primo tempo dove entrambe le squadre possono recriminare per non aver trovato il vantaggio.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga della fine della prima frazione. Il Solduno attacca a testa bassa e il Verscio si difende con ordine. Al 53′ minuto viene giustamente annullato un gol agli ospiti per palese posizione di fuorigioco, ma tutto lascia presagire che il gol sarà imminente.

Nonostante poi il gol non arrivi, l’attacco degli ospiti ha tenuto costantemente impegnata la difesa di casa ed in particolar modo il portiere che in alcune occasioni ha fermato Calogero, un’autentica spina nel fianco sulla sua corsia di competenza. Al 77′ minuto Manev si supera con una parata fenomenale su una girata di sinistro a colpo sicuro di Sterza da pochi metri e mantiene inviolata la porta dei padroni di casa.

Complice la stanchezza e il crescente nervosismo in campo non succede praticamente più nulla se non alcune azioni confuse da entrambe le parti che però non schiodano il risultato.

Guardando la posizione in classifica delle due squadre si potrebbe dire che il Solduno ha ottenuto un buon punto, ma alla luce di quanto visto in campo, la squadra del presidente Conti può senz’altro recriminare di non aver raccolto quanto seminato.

Il Verscio invece torna a fare punti dopo tre sconfitte consecutive grazie soprattutto all’ottimo reparto difensivo. Il problema però è un’altro: da ben 360′ minuti la squadra dei mister Fornera – Mancini è a secco di reti. Vedremo se il prossimo weekend gli attaccanti gialloneri riusciranno finalmente a sbloccarsi.