Dopo quattro mesi di riposo forzato mister Enrico Lorenzo ricomincia con tantissimo entusiasmo “mi sono mancate le serate al campo, chi vuole la promozione dovrà confrontarsi con noi”

 

Basso Ceresio ambizioso ma non sbruffone, in perfetto stile Enrico Lorenzon, il tecnico che guiderà i bianconeri nel prossimo campionato di Quarta Lega al posto di Stefano Scali (passato all’Arzo femminile, Terza Lega). In panchina, ad aiutare mister Lorenzon, ci sarà inoltre Rolando Bernasconi che dopo qualche anno di riposo dal mondo del calcio ha deciso di ritornare e di ricominciare proprio dal Basso Ceresio.

Anche per Enrico Lorenzon si tratta di un ritorno al calcio, 4 mesi lontano dai campi dopo la separazione dal Maroggia (Terza Lega) avvenuta alla fine della preparazione invernale (inizio di marzo) nonostante la squadra avesse disputato un buon girone di andata.

«Devo confessare – racconta mister Lorenzon – che negli ultimi quattro mesi la panchina mi è mancata, molto, ma soprattutto mi sono mancate le serate al campo con i ragazzi. Credo però che certe volte i propri principi vadano al di là del puro egoismo personale, ed è per questo che continuo a pensare che la scelta di dare le dimissioni dal Maroggia sia stata giusta. Lo dico senza voler fare nessuna polemica: esperienza vissuta, capitolo chiuso».

«Oggi riparto dal Basso Ceresio – continua Lorenzon – un nuovo ambiente, con motivazioni personali (e di squadra) nuove che mi galvanizzano parecchio. Non ho scelto il Basso Ceresio a caso. Ho analizzato le potenzialità di crescita della squadra e ho visto che si sposavano in pieno con le mie ambizioni. Ho fatto la scelta migliore. Troverò un gruppo parzialmente rinnovato, con molte individualità di grande profilo, sia tra i giocatori più esperti che tra i giovani».

«Chi mi conosce bene sa per cosa vado in campo e non cambierò il mio modo di pensare: vincerle tutte. Per raggiungere certi risultati dovremo soffrire, aiutarci, sostenerci uno con l’altro, tutti insieme. Se al Basso Ceresio saremo bravi a farlo, penso allora che potremmo toglierci tante belle soddisfazioni. Dal mercato sono arrivati giocatori molto interessanti, hanno caratteristiche diverse, ma un denominatore comune: non vi dirò io qual è, lo lascerò scoprire a voi. Ripartiamo con il massimo rispetto di tutte le nostre prossime avversarie, ma chi vorrà la promozione dovrà fare i conti anche con noi».

La stagione 2019/2020 del Basso Ceresio inizierà ufficialmente lunedì 22 luglio (primo giorno di preparazione) e la società ha già organizzato alcune partite amichevoli tra cui la partecipazione al Torneo di Dongio.

MERCATO BASSO CERESIO

Arrivi: Marco Comendulli (attaccante) Arzo, Maurizio Lai (centrocampista) Campionese, Flavio Monticelli (portiere) Novazzano, Gabriele Leoni (centrocampista) Italia, Nicoló Conte (centrocampista) Allievi A Basso Ceresio, Giacomo Ferretto (difensore) Allievi A Basso Ceresio, Edoardo Spagnoli (difensore) Allievi A Arzo.

Partenze: Gabriele Bianchi (attaccante) svincolato, Lorenzo Stocker (centrocampista) svincolato, Stefan Petrovic (difensore) svincolato, Matteo Scacchi (attaccante) fine attività, Jonathan Ribeiro Da Costa (difensore) fine attività.

VERDETTI QUARTA LEGA – GRUPPO 1 – 2018/2019

Primo posto (promossa in Terza Lega): Agno.

Secondo posto (promossa in Terza Lega): Ligornetto.

Terzo posto: Ceresio.

Retrocesse in Quinta Lega: Canobbio e Savosa Massagno.

CLASSIFICA QUARTA LEGA – GRUPPO 1

PTGVNPPPGFGS
Agno51221633-607632
Ligornetto45221507-875627
Ceresio39221237-944434
Bioggio39221237-1596038
Campionese33221039-1064946
Stella Capriasca3022868-343235
Boglia Cadro28229112-494961
Basso Ceresio28228410-524448
Gravesano Bedano25227411-813765
Camorino23227213-492646
Canobbio22226412-1103754
Savosa Massagno16225116-512549

Potrebbero interessarti anche queste notizie: