Mister Luca Lazzaroni: «Dimentichiamoci del girone di andata. Mercato? Solo bravi ragazzi che hanno voglia di dimostrare, al Breganzona i titolari ci sono».

Fatte le dovute proporzioni con le altre categorie il Gruppo 1 di Quarta Lega è stato, insieme al Gruppo 1 di Terza Lega, tra i più belli del calcio regionale attivi di questa prima parte della stagione 2019/20: lotta al vertice serrata, continui scambi di posizione, nessuna dominatrice assoluta, squadre in fuga poi passate a inseguire, possibilità (quasi) per tutte di poter ancora puntare alla promozione, e una generale sensazione di equilibrio e livellamento non verso il basso, ma bensì verso l’alto. Chapeau a tutte le squadre.

In tutto questo turbinio di emozioni: il Breganzona. La squadra di Luca Lazzaroni si è laureata campione d’inverno dopo un lungo inseguimento, conclusosi il 13 novembre con la conquista del primato grazie alla vittoria nello scontro diretto con il Boglia Cadro (2-0) e la successiva conferma di essere la più forte di tutte (per il momento) con il successo del 15 novembre contro lo Stella Capriasca (4-3). Senza dimenticare una cosa, che per chi scrive ha un certo valore, l’anno scorso il Breganzona ha perso la Terza Lega inghiottendo una lunghissima serie di bocconi amari e il fatto quest’anno di non aver mollato sta a dimostrare prima di tutto tanto tanto carattere, un qualcosa che non si compra al supermercato sotto casa.

UMILTÀ, SERIETÀ E DETERMINAZIONE

«Il primo posto in classifica – racconta Luca Lazzaroni, allenatore del Breganzona – non può che renderci molto felici. Il risultato che abbiamo ottenuto è il frutto del lavoro iniziato lo scorso gennaio, con l’arrivo di alcuni ragazzi che hanno deciso di sposare il progetto Brega. E vorrei dare un nome a questi ragazzi: Patrik Scarcella, Luca Scarcella, Besnik Berisha, Andrea Merlo e Dario Delli Paoli sono alla base di quello che abbiamo costruito nell’ultimo anno, per la loro umiltà, serietà e determinazione. Inoltre, vorrei anche aggiungere Izet Adili, Ramiro Pereira e Massimo Tagliaferri che hanno seguito molto bene lo zoccolo duro della squadra. Difficile chiedere di più a questi ragazzi, quello che è stato fatto insieme a tutto il resto del gruppo è già qualcosa di molto importante».

DA LIVIGNO AL PRIMO POSTO, CON IN MEZZO IL CERESIO

«Già all’inizio della preparazione estiva – continua mister Lazzaroni – sapevo di avere per le mani una squadra interessante, poi dopo il mini ritiro che abbiamo fatto a Livigno ho visto il gruppo crescere e piano piano durante il girone di andata abbiamo continuato a prendere forza: ecco spiegato il nostro primo posto. Ma a inizio campionato il nostro primo obiettivo era un altro: mettere al sicuro la categoria in tempi brevi per poi vedere se fosse stato possibile concentrarci su altro. Abbiamo chiuso l’andata davanti a tutti, ma l’esperienza mi dice che questo risultato dovrà essere dimenticato alla svelta. Nel girone di ritorno possono cambiare tante cose. Se proprio devo fare un nome non mi fido del Ceresio, ha una rosa molto interessante e di qualità».

IL TOP CONTRO IL BOGLIA CADRO, E FORSE QUALCHE NOVITÀ

«La più bella partita del nostro girone di andata è stata quella contro il Boglia Cadro: i ragazzi hanno giocato molto bene per tutti i novanti minuti, tanto che gli avversari non hanno fatto nemmeno un tiro in porta. Quella sera non c’è stata storia. Ma adesso – conclude Luca Lazzaroni – è meglio iniziare a pensare al ritorno. Come in tutte le squadre dalla rosa ampia, noi siamo in 26, dovremo vedere se tutti vorranno rimanere: è normale che ci sia qualcuno che magari non è contento al 100% ed è anche comprensibile. Non so se arriverà qualche nuovo giocatore, ma posso tracciarne un identikit: prima di tutto dovrà essere un bravo ragazzo, un giocatore di categoria e che sappia in modo molto chiaro che dovrà dimostrare sul campo il suo valore, anche perché in questo momento i titolari al Breganzona ci sono».

CLASSIFICA – QUARTA LEGA (GRUPPO 1)

PTGVNPPPGFGS
Breganzona2611821-343320
Ceresio2411731-542715
Lema2210712-862715
Boglia Cadro2211713-513019
Pura1810532-1733225
Campionese1510505-1022625
Stella Capriasca1511506-612521
Stabio1310415-282223
Basso Ceresio1310415-412526
Rovio910307-302329
Bioggio110019-18940
Gravesano Bedano110019-32728