Stagione spaccata in due per lo Stella Capriasca, con mister Batlak meno risultati ma più spirito di gruppo per dare fastidio anche il prossimo anno

STELLA CAPRIASCA: VOTO 6+

Stagione spaccata in due per lo Stella Capriasca, come due sono stati gli allenatori che quest’anno si sono seduti sulla panchina biancorossa: Mauro Borsieri e Admir Batlak.

Borsieri ha guidato la squadra nel girone di andata, dopo che nel gennaio del 2018 aveva preso in mano i biancorossi portandoli a raggiungere una clamorosa salvezza in Quarta Lega (a danno dei cugini dell’Origlio Ponte Capriasca). Nella prima parte della stagione lo Stella Capriasca è andato forte, raccogliendo 20 punti frutto di 5 vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta. La squadra nelle prime cinque giornate ha tenuto testa all’Agno, poi però qualche pareggio di troppo non le ha permesso di tenere il passo della capolista.

A gennaio il cambio di rotta, con mister Borsieri passato al Montecenri (Terza Lega) e l’arrivo in panchina di Admir Batlak. Sotto la nuova gestione la squadra ha iniziato il girone di ritorno come un siluro, vincendo tre partite di fila (Gravesano Bedano, Savosa Massagno e Camorino) e pareggiando contro il Basso Ceresio (2-2). Poi però la luce si è spenta. Nelle ultime sette giornate non è stato più raccolto nemmeno un punto e lo Stella Capriasca si è dovuto accontentare di chiudere il campionato in sesta posizione, piuttosto lontano dalle prime della classe.

MISTER ADMIR BATLAK

«Tutto sommato – racconta mister Batlak – credo che la nostra stagione sia stata positiva. Non avevamo in programma di lottare per la promozione e, ripensando al girone di ritorno, in cui tante squadre che si sono rinforzate per puntare alla Terza Lega, sono contento che la mia squadra sia sempre stata lontana dalle zone più calde della classifica. In questo modo abbiamo potuto far giocare molti ragazzi Allievi A, che hanno assaggiato il calcio in categoria e che sono sicuro avranno un grande futuro».

«C’è un po’ di rammarico – continua l’allenatore – perché dopo essere partiti bene, abbiamo mollato un po’ troppo presto, ma sui nostri ultimi risultati hanno pesato anche alcuni infortuni e l’assenza di alcuni giocatori in partite importanti. Detto questo, però, non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. Anzi, sono molto orgoglioso di loro, della passione, del piacere che vedevo quando venivano al campo e del gruppo che si è formato».

«A livello tecnico tante squadre del girone ci erano superiori, ma noi non ci siamo mai arresi, giocando a viso aperto con le nostre armi, anche quando il divario era oggettivo. Per tutto questo non posso che ringraziare i ragazzi. Il prossimo anno ripartiremo dal nostro grande gruppo, sano e motivato, che ha tanta voglia di migliorarsi. Faremo qualche nuovo innesto e sono certo che anche noi ci toglieremo delle belle soddisfazioni. Sicuramente ci proveremo, perché fare sport in un certo modo ti permette di vivere grandi emozioni e di raggiungere traguardi a volte impensabili».

IL GIOCATORE: FABRIZIO CAMPANA

«Ci sarebbero due o tre giocatori che nel girone di ritorno – conclude mister Admir Batlak – che per rispetto e attaccamento alla società mi piacerebbe nominare, ma tra loro mi piacerebbe fare il nome solo di Fabrizio Campana. Un ragazzo dalla voglia inesauribile e una persona eccezionale, che purtroppo per motivi di lavoro si trasferirà a Giubiasco e non potrà più giocare con noi. Mi dispiace molto che se ne vada, ma bisogna guardare in faccia alla realtà, e non sempre è possibile far coincidere la passione con il proprio lavoro. È stato molto bello poter allenare un ragazzo come lui, che portava sempre al campo un sorriso e il suo spirito positivo. Gli auguro il meglio per il futuro, anche a livello calcistico».

MERCATO

Arrivi: Enea Campana (portiere) dal Taverne, Federico Spagnoli (attaccante) dall’Origlio Ponte Capriasca.

Partenze: Francesco Lepori (attaccante) al Taverne, Fabrizio Campana (difensore) svincolato, Davide Donà (difensore) fine attività.

VERDETTI QUARTA LEGA – GRUPPO 1

Primo posto (promossa in Terza Lega): Agno.

Secondo posto (promossa in Terza Lega): Ligornetto.

Terzo posto: Ceresio.

Retrocesse in Quinta Lega: Canobbio e Savosa Massagno.

CLASSIFICA QUARTA LEGA – GRUPPO 1

PTGVNPPPGFGS
Agno51221633-607632
Ligornetto45221507-875627
Ceresio39221237-944434
Bioggio39221237-1596038
Campionese33221039-1064946
Stella Capriasca3022868-343235
Boglia Cadro28229112-494961
Basso Ceresio28228410-524448
Gravesano Bedano25227411-813765
Camorino23227213-492646
Canobbio22226412-1103754
Savosa Massagno16225116-512549

Potrebbero interessarti anche queste notizie: